Onu, la convenzione sui diritti dell’infanzia compie trent’anni

Numerose le attività in programma dedicate alla celebrazione dell’anniversario

onu

La Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza compie trent’anni e numerose sono le attività dedicate alla celebrazione dell’anniversario.

Si parte dal Nord Italia
A Verona l’8 novembre in occasione del convegno “La tutela dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza a 30 anni dalla convenzione” più di 500 studentesse e studenti delle scuole superiori si interrogheranno con esperti dell’Università di Verona e di Amnesty International, sullo stato di salute dei diritti dei minori, sui progressi che sono stati fatti finora, sui fallimenti e sulle sfide future.

La città di Torino dall’11 al 13 novembre sarà invasa da centinaia di studenti del progetto “Amnesty kids” che si attiveranno in piazza il 12 novembre presso i portici e l’atrio del Teatro Regio per sensibilizzare la società civile e le istituzioni sul rispetto dei diritti dei minori e sul clima di odio e intolleranza che sta attraversando il nostro Paese. Questa iniziativa si inserisce all’interno del progetto “#IoRispetto”, con capofila Cifa Onlus e con il cofinanziamento di Aics (Agenzia Italiana per la Cooperazione allo sviluppo).

Il 21 novembre, presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Roma Tre, educatori, docenti, studenti e Ong ragioneranno insieme sull’importanza dell’Educazione ai diritti umani all’interno del convegno “Infanzia: diritti umani, azione educativa, ricerca”.

Spazio ai bambini
Anche i più piccoli saranno invitati a festeggiare con Amnesty International i propri diritti sanciti dalla Convenzione Onu, il 24 novembre, presso la casina di Raffaello di Villa Borghese a Roma, dove verranno organizzati laboratori, letture e tanti giochi ispirati alle carte in tavola “I bambini nascono per essere felici. I diritti li fanno diventare grandi”, edizioni Fatatrac.

Infine, il 27 novembre, in occasione del corso “Insegnare i diritti umani” saremo ad Assisi insieme a studenti e docenti per discutere insieme su quanto ancora la discriminazione e il bullismo costituiscano una dolorosa violazione dei diritti dei minori e su come contrastare questi odiosi fenomeni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 + 4 =