Opera Roma, Gatti nuovo direttore musicale 

di Pippo Orlando
 

Daniele Gatti
è il nuovo direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma. La notizia, anticipata domenica scorsa dall’AdnKronos, è stata ufficializzata dalla sindaca e presidente della Fondazione lirica, Virginia Raggi, dal sovrintendente Carlo Fuortes e dallo stesso Daniele Gatti nel corso di una conferenza stampa al Costanzi.
Gatti assumerà l’incarico dall’1 gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2021 e la sua bacchetta si alzerà “a partire dalla prossima inaugurazione, con tre opere all’anno nel 2020 e nel 2021 (ma Gatti non esclude possano essere anche quattro, ndr) visto che la Stagione appena partita (inaugurata domenica scorsa con ‘Rigoletto’ diretto da Gatti e con la regia di Daniele Abbado, ndr) è già definita” ha spiegato Fuortes. 

IL COMMENTO – “L’orchestra è come una squadra e io ne sarò l’allenatore” ha detto Gatti con una metafora calcistica, sottolineando di volere allargare il suo campo d’azione in qualità di direttore musicale “a tutte le forze del teatro, dal direttore artistico al maestro del coro, ai maestri collaboratori che hanno un ruolo essenziale nella messa in scena degli spettacoli. Il desiderio del vertice dell’Opera è che Roma possa contare su un Teatro d’eccellenza e di qualità, degno di una capitale. Fuortes ha allestito una magnifica monoposto, adesso c’è anche il pilota” ha aggiunto con una metafora da Formula 1.  

VIRGINIA RAGGI – “Quando Fuortes mi ha fatto il nome di Gatti, non ho esitato un solo momento sia perché è uno dei più grandi direttori d’orchestra sul mercato, sia perché l’idea che possa lavorare con un’orchestra che ha già manifestato gradimento nei suoi confronti e che ha trovato il suo ‘allenatore’ mi piaceva moltissimo” ha detto la Raggi, facendo riferimento a una lettera che gli orchestrali hanno scritto a Gatti e nella quale manifestano all’unanimità apprezzamento nei suoi confronti.  

(Fonte: Adnkronos)