Coronavirus, Fagiuoli direttore Ospedale Bergamo: “Milanesi state a casa, meglio reclusi che morti” (VIDEO)

“Ci sono state una quantità di offerte di aiuto commoventi da parte di personale sanitario, medici e infermieri, dall’Italia e non solo”. Così Stefano Fagiuoli, direttore del reparto di Medicina dell’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo che aggiunge: “Al di là delle polemiche, abbiamo sentito forte la vicinanza delle istituzioni, non siamo stati lasciati da soli.  Questo nuovo personale ci dà una mano per liberare specialisti per i pazienti convenzionali. Solo i milanesi possono salvare l’Italia – ammonisce -. Sento persone che si lamentano di essere segregate in casa. Io ho fatto la mia quarantena, sono stato infettato e ho avuto la polmonite. È orribile vedersi privati  di cose che fanno parte della nostra vita, ma se siamo arrabbiati e reclusi vuol dire che siamo vivi”.