Otto e mezzo, Travaglio durissimo contro Renzi: ‘Bisognerebbe trattarlo come un caso umano, forse lo prendevano in giro da bambino’ (VIDEO)

E’ stato un Marco Travaglio particolarmente duro quello che, nel corso di Otto e mezzo, ha avuto modo di commentare la condotta recente di Matteo Renzi.

“E – ha detto – ‘ una forma di mitomania molesta, che probabilmente risale a fattori prepoliticu che andrebbero studiati da specialisti clinici.  Probabilmente vuole farci pagare colpe ataviche, vuole farci pagare forse che lo prendevano in giro da bambino, che gli italiani non lo hanno capito e lo hanno bocciato più volte. Che il mondo non comprendere il suo genio. Lo spettacolo penoso di ieri sera denota una svolta che non può essere nemmeno definita uno show”.

Travaglio sempre critico con Renzi

“Per l’igiene della politica – ha proseguito Travaglio – bisognerebbe fare una specie di silenzio stampa. Una moratoria nel continuare a mettere il microfono davanti ad una persona che non è in se. Ha appiccato il fuoco al governo Letta e l’ha fatto cadere, ha silurato se stesso, sta cercando di silurare Conte e ieri ha proposto una soluzione per rafforzare il premier, eleggendolo direttamente. Cosa che non accade in nessun paese del mondo, tranne che credo in Israele”.

Ad Otto e mezzo Travaglio molto critico

Poi le stoccate si spostano sull’attualità più stretta:”Voleva abolire la prescrizione a desso vuole sfiduciare il Ministro Bonafede che l’ha in parte abolita. Diffida l’attuale maggioranza dal cercare altre maggioranze e poi lui ha proposto una nuova maggioranza con il centrodestra che non se l’è filato di pezza per fare il Sindaco d’Italia”.

Poi arriva un consiglio rispetto al fatto che si dovrebbe iniziare a trattarlo come caso umano.

Ecco il video completo: