P3, prescrizione per Dell’Utri  

I giudici del tribunale di Roma hanno riconosciuto e disposto la prescrizione per tutti i reati contestati a Marcello Dell’Utri nell’ambito del processo sulla cosiddetta ‘loggia P3’, un’associazione, secondo l’accusa, caratterizzata dalla segretezza degli scopi e con l’obiettivo di condizionare il funzionamento degli organi costituzionali e di rilevanza costituzionale nonché apparati della pubblica amministrazione, di stato ed enti locali.  

La posizione di Dell’Utri, per il quale la Procura aveva chiesto l’assoluzione per i reati associativi e la prescrizione per l’accusa di corruzione, era stata stralciata a causa della sua latitanza in Libano dal processo nel quale in primo grado era stato condannato a sei anni e mezzo il faccendiere Flavio Carboni.  

Sempre in primo grado l’ex senatore di Forza Italia Denis Verdini era stato assolto dall’accusa di far parte dell’associazione, ma condannato a un anno e tre mesi per finanziamento illecito. A loro e ad altri imputati la pubblica accusa contestava il reato di associazione finalizzata a una serie di delitti come la corruzione, l’abuso d’ufficio, l’illecito finanziamento dei partiti, la violenza privata e la diffamazione.  

(Fonte: Adnkronos)