Pakistan, bomba in un mercato  

E’ di almeno 20 morti e diversi feriti il bilancio dell’esplosione di una bomba all’ingresso della sede di un seminario islamico nella regione nordoccidentale pachistana di Orakzai, nei pressi del confine con l’Afghanistan. A riferirlo la polizia. Secondo l’emittente locale Geo News, tra i feriti molti versano in gravi condizioni. L’attacco non è stato al momento rivendicato.  

L’attacco è arrivato poche ore dopo che i separatisti armati hanno preso d’assalto il consolato cinese nella città portuale meridionale di Karachi in cui 2 agenti sono rimasti uccisi e una guardia di sicurezza ferita. I tre assalitori sono stati uccisi nel corso dello scontro a fuoco con la polizia. Colpi di arma da fuoco sono stati uditi intorno alle 9.30 ore locali, le 4.30 circa ora italiana, all’esterno del consolato, nella zona di Clifton. Quattro gli uomini armati che avrebbero tentato un’irruzione e che sono stati fermati al posto di controllo all’ingresso dalle guardie. L’area è ora completamente circondata dalle forze dell’ordine mentre all’interno della sede consolare lo staff non ha riportato conseguenze. Secondo alcuni testimoni oltre agli spari ci sarebbe stata un’esplosione. L’attacco è stato rivendicato da un gruppo separatista della provincia del Balochistan, si legge sul sito della Bbc, dove la Cina sta attualmente investendo in un importante progetto.  

(Fonte: Adnkronos)