Partite Iva: indennità tra 250 e 600 euro al mese

privacy

La testa politica del progetto è al ministero del Lavoro, quella operativa all’Inps. Il progetto ha un nome: ammortizzatore sociale per le partite Iva. Sono loro, i lavoratori autonomi, a pagare una fetta importante del conto presentato da Covid.

Ma anche ai continui apri e chiudi che la raffica dei Dpcm ha dettato a tante attività e che portano molti a interrogarsi sul senso, e ancora di più sulla possibilità, di tenere ancora in piedi un negozio piuttosto che un bar. Più in generale bisogna fare i conti con l’incertezza della curva dei contagi e con la questione vaccini. La risposta del Governo, quantomeno il tentativo, è di cambiare le regole dell’ordinario anche in tema di ammortizzatori sociali. Per questo si parla (e si lavora) a una cassa integrazione universale per tirare dentro chi era già escluso e che con la pandemia rischia di scomparire. Il piccolo ristoratore con due dipendenti piuttosto che il negoziante. La cassa integrazione, oggi, va alle aziende con più di 15 dipendenti, eccezionalmente per quelle tra 5 e 15, ma non è prevista per quelle con meno di cinque dipendenti. La cassa Covid ha coperto questo gap e la riforma degli ammortizzatori sociali punta ora a rendere strutturale questo supporto. E il sostegno riguarderà anche i lavoratori autonomi, che hanno subito più degli altri il colpo della crisi. A loro, infatti, è andato il bonus (600 euro all’inizio e per tutti, poi mille euro ma con il paletto del calo del fatturato). I soldi ricevuti sono stati decisamente meno rispetto a quelli che la cassa Covid ha garantito ad altri lavoratori. E gli effetti si sono visti: secondo uno studio della Fondazione studi Consulenti del lavoro, solo il 23% dei lavoratori autonomi ha continuato a percepire lo stesso reddito familiare che aveva prima della pandemia. Erano 5,4 milioni, sono diventati 5,1 milioni. Ancora. Degli 841mila posti di lavoro persi tra il secondo trimestre 2020 e lo stesso periodo dell’anno precedente, ben 219mila hanno riguardato il lavoro indipendente.