Pasta: Italmopa, industria molitoria italiana celebra Giornata mondiale  

Ogni 25 ottobre, da ormai 21 anni, la Giornata mondiale della pasta World Pasta Day celebra un alimento giustamente accostato ad alcuni valori simbolo: la famiglia, la convivialità, l’amicizia, l’italianità. I pastifici italiani ne producono, annualmente, 3,4 milioni di tonnellate ottenute dalla trasformazione di semole frumento duro, esse stesse derivanti dai migliori grani duri. A ricordarlo Italmopa – Associazione industriali mugnai d’Italia (Federalimentare – Confindustria) in merito all’evento odierno dedicato alla pasta in generale e all’eccellenza della pasta italiana in particolare. 

“Il ruolo dell’Industria molitoria nazionale è fondamentale per portare sulle nostre tavole e nel mondo un grande simbolo del made in Italy”, evidenzia Cosimo De Sortis, presidente Italmopa, proseguendo: “L’indiscussa maestria dei Pastai italiani si accompagna all’impareggiabile capacità dei nostri mugnai di individuare, selezionare, miscelare e trasformare le migliori varietà di frumento duro quale che sia la loro origine. Una capacità derivante da una professionalità in grado di coniugare tradizione e innovazione che non trova uguali in altri Paesi. Un riconoscimento unanime che ci rende particolarmente orgogliosi”. 

L’industria molitoria italiana a frumento duro, che detiene una posizione di assoluta leadership a livello mondiale, trasforma annualmente circa 5,7 milioni di tonnellate di grano duro per la produzione di semole destinate in misura superiore al 90% alla produzione di pasta, ma anche alla produzione di pane, ad usi domestici e all’esportazione.