Paure, ecco cosa temono gli italiani e chi è più spaventato

Una ricerca elaborata dal centro studi di Coop Italia ha evidenziato come si sono modificati i sentimenti dei cittadini negli ultimi dieci anni

paure

Quali sono le paure più grandi degli italiani? Con Halloween alle porte ecco che una ricerca realizzata da italiani.coop (centro studi di Coop Italia) fotografa, negli ultimi dieci anni, quali sono i timori che affliggono i cittadini del nostro Paese. Per farlo, sono stati analizzati i trend di Google nel periodo tra gennaio e ottobre del 2008, 2017 e 2019 per poi incrociare i vari risultati e osservare quali cambiamenti si sono verificati in questo intervallo. Sono stati analizzati anche i trend relativi agli stati d’animo, in base alle ricerche effettuate. Su tutti, ovviamente, primeggia la paura al 53 per cento, seguita dalla gioia al 32 per cento. Sorpresa e rabbia, invece, raggiungono rispettivamente l’8 e il 7 per cento delle ricerche.

Classifica del terrore
In testa alla classifica si sono invertite le prime due posizioni con il buio che supera il terrore di volare, mentre a chiudere il podio c’è la paura dei cani. Per quanto riguarda gli animali, al nono posto ecco la paura dei topi, che in dieci anni ha scalato ben 18 posizioni (era 27esima nel 2008), mentre, tra gli insetti, i ragni rimangono stabili al 13esimo posto.

I timori quotidiani
Se paure come quella delle buio hanno sempre fatto parte della vita degli individui, altre sono figlie del periodo storico in cui ci si trova. Così, nel 2008, al terzo posto c’era il timore di perdere il proprio posto di lavoro, paura che in dieci anni ha via via perso posizioni scivolando fino al 25esimo posto. Allo stesso modo anche il futuro non spaventa più come dieci anni fa e scende dal quinto all’11esimo posto. Cresce il timore di ammalarsi (dalla sesta alla quarta posizione) e risale la solitudine (passata dal nono posto del 2008, al 19esimo del 2017 fino all’ottavo del 2019). In fondo alla classifica anche la paura della guerra (36esima) e del terrorismo (34esima).

Aree geografiche
Infine, analizzando i trend di ricerca per aree geografiche è emerso come al Nord le persone siano più concentrate sulla paura, mentre al Sud sulla gioia, con la Calabria “regione più felice”. La paura prevale, invece, in Sardegna, Liguria, Piemonte e Toscana. Infine, questo sentimento è ricercato da una persona su due a Torino e Bologna, contro il suo opposto che, a Bari, viene googolato da sei individui su 10. Per quanto riguarda Roma e Milano, invece, le ricerche di gioia e paura si equivalgono.

paure
La classifica stilata da italiani.coop

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here