Pd, Calenda: «Problema se parte del partito non si sente rappresentata»

L'ex ministro dello Sviluppo economico commenta le polemiche che hanno seguito la nomina della nuova segreteria dem

crisi di governo
Carlo Calenda (foto da Facebook)

Fermarsi e ripartire, cercando di rimettere insieme le diverse anime del partito. L’idea è di Carlo Calenda e il partito in questione è il Pd, scosso nelle ultime ore dalle polemiche suscitate dalla nuova segreteria nominata da Nicola Zingaretti. A scatenare le proteste, la mancanza di un pluralismo tra le nomine a rappresentare le varie anime del mondo dem. Per questo motivo, l’ex ministro dello Sviluppo economico, in un post su Twitter, si appella al presidente del Pd, Paolo Gentiloni, affinché intervenga per cercare di ricomporre gli animi: «Forse la strada giusta è che il Presidente del @pdnetwork @PaoloGentiloni chiami un time out e organizzi una riunione con Renzi, Zingaretti, Giachetti, Martina, Guerini etc e provi a ricomporre. In fondo è lui il garante dell’unità del partito».

Ricompattare il partito
Calenda si era già espresso sulle polemiche che hanno seguito la nomina della nuova segreteria escludendo quanti non fossero dell’area vicina al nuovo segretario: «Fermiamoci, rimettiamo mano alla segreteria, costruiamo un governo ombra largo anche oltre Pd, lavoriamo alla coalizione e al programma». Inoltre, in merito alle nomine, il fondatore di “Siamo Europei” ha aggiunto: «È un problema se una parte del partito non si sente rappresentata. Nicola dice di averglielo proposto, loro dicono che non è vero. Possiamo sospendere l’ora di ricreazione all’asilo, incontrarci tutti e rimettere a posto le cose? Oppure prendiamo atto che non si può stare insieme». E conclude con un nuovo post, ricordando l’importanza di essere uniti: «Proviamo a uscire da questa bagarre. Non ci sono differenze di pensiero politico così profonde da giustificarle. Sentiamo cosa propongono Giachetti, Martina, Renzi etc. Più la segreteria è larga, più il partito è compatto».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 × cinque =