Pd, Renzi bacchetta Calenda: «Se fai rivoluzione non metti la cintura…»

L'ex segretario dem: «S'è offerto di costruire un nuovo partito di centro. Legittimo, ma non fa per me. Resto qui»

Pd

Matteo Renzi, ex segreatario del Pd, ha preso le distanze dall’idea di Carlo Calenda, che aveva in mente di creare un partito di centro (poi l’ipotesi è stata smentita). «Lo spazio politico per un nuovo partito c’è stato almeno due volte. Dopo la sconfitta alle primarie del 2012, e dopo la vittoria alle Europee nel 2014. Oggi io penso che le condizioni non ci siano», ha detto Renzi, intervistato da “La Repubblica”.

Non fa per me
«Molti dicono che serva una forza di centro accanto al Pd. Carlo Calenda s’è offerto di costruirla. Legittimo, ma non fa per me – continua Renzi – Se decidi di fare un partito non chiedi il permesso, se vuoi far la rivoluzione non metti la cintura. E io non mi metto a rifare la Margherita, ho lottato per fare il Pd e ora ci resto accanto ai nostri veri leader che sono gli amministratori»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 + 19 =