Pd, Renzi: «Salvini è una Chiara Ferragni che non ce l’ha fatta»

Il senatore: «Penso che non faccia il ministro, ma che abbia questa ambizione recondita di fare l’influencer»

Matteo vs Matteo. Il senatore Renzi, ex segretario del Pd, ha criticato Salvini durante la presentazione del suo nuovo libro a Roma (intitolato “Un’altra strada”). Tra l’altro ha paragonato il leader della Lega a Chiara Ferragni, la moglie di Fedez e influencer a livello planetario. Ecco le sue parole: «E’ l’unico che ha preso un uovo e l’ha lanciato contro un Carabiniere e oggi ci fa la morale con le divise. Matteo Salvini è l’unico che nel 2006, durante la finale dei Mondiali Italia-Francia, quella della testata di Zidane a Materazzi, tifava Francia. Era conduttore a Radio Padania, l’unico organo di informazione italiano a favore della Francia. E poi ha dato il bis andando a tifare Croazia nell’ultima finale del Mondiale. Abbiamo capito che è sempre meglio averlo contro che a favore quando si gioca a calcio. Matteo Salvini è quello che insultava i napoletani e oggi si va a fare il baciamano nella provincia di Napoli. Matteo Salvini è quello che diceva “fuori dall’Euro” e oggi dice “No, ma noi siamo per l’Euro”. Matteo Salvini è quello che ha iniziato con Leoncavallo e che oggi pensa agli sgomberi. Io penso che Matteo Salvini tra dieci anni sarà un volontario di una Ong. Io penso che non faccia il ministro, ma che abbia questa ambizione recondita di fare l’influencer. Matteo Salvini è una Chiara Ferragni che non ce l’ha fatta».    

Sul futuro immediato
«Tornerò? Non è questa la domanda – continua Renzi – Io penso sia fisiologico assistere a dei cicli in Italia. E’ fisiologico che ci siano partenze e ritorni. Non è un tema dell’attualità se io torno, ma tornerà il tempo della competenza e della preparazione e finirà il tempo del populismo. Poi chi ci sarà lo scopriremo solo vivendo. Non partecipo alle primarie e non mi candido alle europee».

Sul governo M5S-Lega
«
Io non credo che l’Italia andrà a elezioni a breve – chiude l’ex segretario del Pd – La legislatura durerà fino alla fine, cosa diversa è il governo. Chi sta in Parlamento, specie tra partiti di maggioranza, ha vinto un terno al lotto e prima di lasciare voterà qualsiasi accordo. Salvini non ha alcun interesse a misurarsi a elezioni, una cosa sono i sondaggi una le elezioni, e parlo a ragione veduta».    

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here