Pd, Zingaretti: «Dal governo del cambiamento a quello della paralisi»

Il segretario: «Gli scontri che ci sono al vertice sono fatti per nascondere che convivono su idee diverse di sviluppo del Paese»

pd

Nicola Zingaretti è arrivato a Vinitaly, il salone più grande del mondo dedicato al vino. Da Verona il segretario del Pd ha lanciato una frecciatina a Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i leader del M5S e della Lega: «Il problema non è più solo quanto dura il governo ma quale prezzo sta facendo pagare agli italiani ed è un prezzo enorme, fino a qualche settimana fa lo negavano adesso è lo stesso governo che ammette i primi tagli, e gli scontri che ci sono al vertice sono fatti per nascondere che convivono su idee diverse di sviluppo del Paese: dal governo del cambiamento al governo dell’incertezza e della paralisi».

Tagli e bugie 
«Gli imprenditori vogliono meno bugie: l’unica cosa vera è che questo governo ha fatto 2 miliardi di euro di tagli perché i conti purtroppo vanno male e tutte le promesse che erano state fatte sulla competitività del sistema Paese si sono bloccate compresi i cantieri e la presenza degli investimenti annunciati», ha aggiunto il segretario del Pd.

 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici − undici =