Pd, Zingaretti: «Di Maio e Salvini? Li chiamo il gatto e la volpe»

Il segretario dem: «Di giorno litigano e di notte forse si telefonano e si dicono "un altro giorno è passato, la poltrona è salva"»

pd
Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti

«Noi non abbiamo più un governo. C’è una crisi politica…». Nicola Zingaretti, segretario del Pd, dai microfoni di SkyTg24, lancia l’allarme per l’Italia. Secondo il numero uno dei dem, Di Maio e Salvini sono i responsabili di questa crisi: «Questi due signori, io li chiamo il gatto e la volpe, di giorni litigano e di notte forse si telefonano e si dicono “un altro giorno è passato, la poltrona è salva”». Il focus, poi, si sposta al Sud, la zona del Paese dove c’è più disoccupazione: «Di Maio sta distruggendo il Sud d’Italia. Il compromesso Salvini-Di Maio sta compiendo un mezzo omicidio delle prospettive di sviluppo nel Meridione».

Contratto di governo
Ancora Zingaretti: «Su autonomia, manovra d’autunno, Tav, non c’è più un tema sul quale questo governo ha una posizione comune. Questo contratto è fallito. Salvini e Di Maio sono popolari perché hanno passato un anno a redistribuire soldi. Ma quei soldi non c’erano, li hanno presi dalle tasche degli italiani». Nella prossima manvora, per il segretario del Pd, «questo governo rimetterà le mani nelle tasche degli italiani». E una certezza: «Noi faremo una battaglia durissima».

Capitolo Tav
La Tav si farà nonostante i no del M5S. «Abbiamo il presidente del Consiglio che dice sì alla Tav e il partito del premier, che ha il più alto numero di parlamentari, che presenta una mozione contro – continua Zingaretti – Noi abbiamo presentato la nostra posizione e sosterremo la nostra posizione. Con il gruppo al Senato decideremo la strategia che in maniera più chiara metta in evidenza questa follia».

Sul dl sicurezza bis
«Questo non è un decreto sicurezza: per me sicurezza è rapporto con i sindaci, sostegno all’intelligence, firmareil contratto per le forze dell’ordine. Di questo nel decreto non c’è nulla. Serve per fare polemica e propaganda politica», chiude il segretario del Pd.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here