Pensioni, Fornero: ‘In pensione a 62 anni? Pericoloso per il Paese, nessuno ha il coraggio di dirlo’

Elsa Fornero non ci sta. L’idea che qualcuno possa pensare di poter andare in pensione rappresenta un rischio per il Paese.  L’ex Ministro dell’Economia fa capire che, in sostanza, si tratterebbe di un provvedimento populista che finirebbe per mettere a serio rischio il futuro dei giovani. E’ un concetto, quello della necessità di contenere la spesa previdenziale, che esprime da anni.  E’ cosciente del fatto che c’è chi fa la passare quasi per cattiva, lei preferisce rispondere con l’evidenza dei conti. Continuare a investire per le classi più anziane della popolazione, può diventare un rischio norme per i giovani.

Fornero contraria anche a Quota 102

Lo ha ribadito nel corso della sua partecipazione alla trasmissione di Radio Capital Circo Massimo.  E’ tornata a sottolineare come sia un pericolo il fatto che si torni a parlare di misure poco superiori a Quota 100 come Quota 102.

“Nessuno – ha dichiarato –  ha il coraggio di dire agli italiani che noi dovremmo ridurre la spesa pensionistica. Non perchè vogliamo male agli italiani o perchè gli economisti amano l’austerità. C’è un problema di sostenibilità finanziaria, non è un problema astratto ma qualcosa che tocca la vita di noi cittadini”.

E’ notizia ormai nota che il governo intende lavorare affinché, entro il prossimo biennio, si possa arrivare ad una riforma delle pensioni globale.

L’obiettivo è superare le norme che al momento sono contenute nell’ampia legge che porta proprio il nome di Elsa Fornero.

La professoressa è chiara: “La strada dei pensionamenti  anticipati è sempre stata percorsa e non ha mai portato buoni risultati”.

“L’idea – ha detto – che ci sia un provvedimento generalizzato perché a 62 anni c’è un diritto alla pensione è pericolosa per il futuro del Paese”.

Elsa Fornero gradirebbe che si investisse di più sui giovani.