Per eurobond Sure Social 150 miliardi di domanda

Va oltre ogni aspettativa il collocamento del’eurobond Sure Social che serve a finanziare le misure dei paesi dell’Unione Europea, Italia in testa, per la cassa integrazione di fronte alla pandemia. La prima emissione con scadenza 10 anni ha raccolto una domanda per 95 miliardi di euro, mentre per quella a scadenza 20 anni sono arrivate richieste per 55 miliardi: in totale 150 miliardi di domanda per l’obbligazione che nelle attese doveva raccogliere intorno a 15 miliardi. E’ quanto emerso sul mercato nell’ambito dell’operazione avviata stamane, per conto della Ue, da Barclays, BNP Paribas, Deutsche Bank, Nomura e UniCredit.