Per vaccini è crisi di fiducia in Ue, all’Est diffidente 1 su 2  

Le certezze scientifiche conquistate dai vaccini nel secolo passato vengono sempre più messe in dubbio nel nuovo millennio. Secondo l’indagine Wellcome Global Monitor 2018
, pubblicata oggi sul sito dell’associazione no-profit Wellcome, i cittadini europei sembrano essere sempre più scettici rispetto al resto del pianeta. Dal report emerge che solo 1 persona su 2 nei paesi dell’Est Europa pensa che i vaccini siano sicuri rispetto al 79% del resto del mondo. Nell’Europa occidentale la percentuale sale di poco, 59%, contro il 41% che ha dubbi.  

L’indagine realizzata da Gallup per Wellcome ha sondato gli atteggiamenti nei confronti delle immunizzazioni, ma anche rispetto al lavoro di medici e degli operatori sanitari, di 140 mila persone in più di 140 Paesi al mondo. L’84% degli intervistati riconosce che i vaccini “sono efficaci” e il 92% afferma che “ha fatto vaccinare il proprio figlio”. “Ma nonostante i buoni sistemi sanitari e l’elevata istruzione, in alcune zone dell’Europa c’è scarsa fiducia nei vaccini – evidenzia il report – La Francia ha i più alti livelli di sfiducia, 33% della popolazione”. L’Ucraina è uno dei Paesi dove è più bassa la fiducia, l’Italia insieme alla Germania si trova nella fascia delle nazioni in cui il 70-80% della popolazione crede nell’efficacia delle immunizzazioni.  

“Questo primo sondaggio globale mostra chiaramente che le credenze delle persone riguardo la scienza sono profondamente influenzate dalla loro cultura, dal contesto in cui vivono e dal background che hanno – ha spiegato Imran Khan, responsabile delle relazioni con il pubblico di Wellcome – Dobbiamo preoccuparci di più delle connessioni tra questi fattori se vogliamo che tutti beneficino della scienza”. 

Secondo l’indagine “il 73% degli intervistati in tutto il mondo si fida di un medico o di un’infermiera più di qualsiasi altra persona, compresi familiari, leader religiosi o personaggi famosi. In tutto il mondo, le persone con un reddito più basso hanno meno fiducia negli ospedali e nei sistemi sanitari. Complessivamente, il 72% delle persone si fida degli scienziati, oltre la metà (57%) della popolazione mondiale non pensa di sapere molto sopratutto di scienza. Più di tre quarti concorda che i vaccini sono sicuri ed efficaci. Il Bangladesh e il Ruanda hanno la più alta fiducia nei vaccini – quasi tutte le persone in entrambi i Paesi concordano che sono sicuri, efficaci e che è importante che i bambini vengano vaccinati”. 

Il report evidenzia anche un ‘gap’ di genere globale tra uomini e donne. “Gli uomini rivendicano una maggiore conoscenza della scienza rispetto alle donne. Globalmente, il 49% degli uomini in tutto il mondo afferma di conoscere “un po’” o “molto” la scienza, rispetto al 38% delle donne”. 

(Fonte: Adnkronos Salute)

Annunci