Sanità Lombarda, Majorino a Formigoni: “Lei è agli arresti domiciliari” (VIDEO)

Il tema della Sanità lombarda è quello più discusso nelle ultime settimane, soprattutto per colpa dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Ieri sera a Piazzapulita si è parlato, inevitabilmente, anche di questo e della polemica tra la Fondazione Gimbe e la Regione sui dati diffusi per quel che concerne l’indice di trasmissibilità Covid-19. Tra gli ospiti in collegamento, però, si è accesa la miccia: Pierfeancesco Majorino contro Formigoni, con l’eurodeputato che ricorda all’ex governatore di esser stato condannato (ora è ai domiciliari) proprio per uno scandalo sulla sanità privata nella Regione. La miccia delle polemiche si accende quando il conduttore, Corrado Formigli, è costretto a far abbassare dalla regia il cursore del microfono di Roberto Formigoni che, però, continuava a parlare nonostante non arrivasse più l’audio. Nel frattempo, però, la parola era stata data all’eurodeputato dal Partito Democratico Pierfrancesco Majorino che già nelle ultime settimane non aveva lesinato critiche alla gestione lombarda del Coronavirus.

DOMICILIARI

Fino a quel momento, però, c’erano stati sorrisi. Poi inizia la polemica: «Non volevo tirare fuori questa cosa, però che Formigoni che è condannato in una vicenda di rapporto con la sanità privata venga qui a spiegare che il rapporto tra pubblico e privato non è ambiguo, è una cosa incredibile». Formigoni, dal canto suo, ribatte gridando «bravo, bravo, sei un mago, sei un mago», battendo ironicamente le mani nei confronti dell’eurodeputato del Pd.

Il Majorino contro Formigoni prosegue con l’eurodeputato dem che ricorda all’ex governatore della Lombardia che è agli arresti domiciliari (dopo la condanna definitiva per il caso Maugeri). L’ex politico, infatti, sostiene che questo sia l’attacco personale di qualcuno che ha esaurito gli argomenti, mentre lui ha portato solamente dei dati reali.