Più Europa, Bonino tagliata fuori: «Dispiaciuta, non delusa»

Il partito non ha raggiunto il 4 per cento. La leader: «Non avevo illusioni ma fiducia e speranza»

Più Europa

Più Europa non ce l’ha fatta. Emma Bonino resta fuori dall’Europarlamento perché non ha raggiunto il 4 per cento, la soglia di sbarramento. E’ scattato il semaforo rosso con quel 3,09 per cento, nonostante i 39.739 voti presi personalmente dalla Bonino. «Io sono dispiaciuta del risultato, non delusa, non avevo illusioni ma avevo fiducia e speranza», ha detto in una conferenza stampa nella sede di Più Europa.  

Lo scenario in Europa
«In Italia hanno vinto i sovranisti – aggiunge la Bonino – la cosa che invece non è successa in Europa e le decisioni che contano nasceranno da un negoziato tra gruppo socialista, Ppe, i liberali e in parte i Verdi. Potranno invocare la Madonna, tutto quello che volete ma di fatto le famiglie politiche che negozieranno il futuro politico e di governance non vedranno l’Italia al tavolo».

Futuro
La Bonino spiega che Più Europa si è data «due appuntamenti di riflessione» dopo il risultato deludente delle europee che vede la formazione sotto la soglia del 4 per cento. «Riuniremo la direzione la prossima settimana e il 22 e 23 giugno riuniremo l’assemblea nata dal congresso».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × due =