Polizze auto, l’Adiconsum mette in guardia dalle compagnie fasulle

Ecco la black list dell'Ivass, l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, e i consigli per non avere spiacevoli inconvenienti

polizze auto

L’Adiconsum mette in guardia i consumatori dalle false compagnie d’assicurazione e sul suo sito posta una lista compilata dall’Ivass, Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, di quanti rilasciano polizze fasulle.
Come ricorda l’associazione, cadendo nelle mani di falsi operatori non si rischia soltanto il proprio denaro, ma soprattutto si va incontro a conseguenze legali in quanto tutte le polizze stipulate non avranno valore, specialmente «nel settore dell’r.c. auto obbligatoria».

La lista nera
Molti dei nomi utilizzati da queste compagnie, spiega l’Adiconsum nel suo comunicato, richiamano i nomi di aziende famose in modo da trarre in inganno il consumatore. Di seguito ecco la black list rilasciata dall’Ivass:

www.agenzia-apreagrupposara.com

www.parisiassicurazioni.com

www.assiprime.eu

www.assicuratipergiorni.com

www.assicuroxgiorni.it

www.directassicurazioni.com

www.brokerissimo.net

www.mondoassicurazioni.net

www.prontopolizza.net

www.assicurazionegiusta.com

 

I consigli Adiconsum
L’associazione spiega, quindi, come comportarsi per evitare di incorrere in spiacevoli situazioni. Quando bisogna stipulare una polizza sarebbe opportuno consultare: il sito dell’Ivass; gli elenchi delle imprese italiane ed estere ammesse ad operare in Italia (elenchi generali ed elenchi specifici per la r. c. auto, italiane ed estere); il Registro unico degli intermediari assicurativi (RUI) e l’elenco degli intermediari dell’Unione Europea; l’elenco degli avvisi relativi ai casi di contraffazione, società non autorizzate e siti internet non conformi alla disciplina sull’intermediazione.

Attenzione a pagamenti e destinatari
Inoltre, un altro modo per accorgersi immediatamente della correttezza e della legalità di una compagnia assicurativa è verificare il nome del destinatario e la modalità di pagamento. Bisogna sempre diffidare nei casi in cui «il beneficiario del pagamento non risulta iscritto in uno degli elenchi contenenti le imprese ammesse ad operare oppure risulta iscritto nell’elenco contenente le società non autorizzate – e se viene richiesto – di effettuare il pagamento verso carte di credito ricaricabili o prepagate. Tali pagamenti sono irregolari».
Infine, in caso di ulteriori dubbi, l’Adiconsum consiglia di chiedere informazioni al Call Center Consumatori dell’Ivass al numero verde 800-486661, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 14,30 o di rivolgersi alle sedi territoriali dell’associazione in caso di assistenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here