Ponte Morandi, Codacons: «In Sicilia subito controlli su viadotti»

A chiederlo è il Codacons. Per Francesco Tanasi «Il disastro di  oggi porta nuovamente al centro dell'attenzione la questione della sicurezza di ponti e cavalcavia».

sicilia

Istituire in Sicilia una task force per il controllo di tutti i ponti e viadotti della rete stradale e autostradale. A chiederlo è il Codacons. «Stamane a Genova è accaduta un’altra tragedia inaccettabile – dice Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons -, l’ultima di una  lunga serie. Il crollo del ponte Morandi certifica l’assoluta assenza  di controlli e comprova lo stato pietoso dei viadotti nel nostro  Paese, che purtroppo troppi cittadini hanno già pagato con la vita o  con danni gravissimi».

«Ora, mentre speriamo che il bilancio del crollo sia  contenuto il più possibile – aggiunge -, è evidente la necessità anche in Sicilia di istituire una task forze per procedere al controllo di tutti i ponti e viadotti così da accertare eventuali pericoli per la  popolazione. In primis, ovviamente, quelli che attraversano e  sovrastano tratte stradali e centri abitati». «Nel 2018 non si può perdere la vita in questo modo – continua Tanasi  – Ai Governi nazionale e regionale chiediamo di avviare immediatamente una ricognizione dello stato dei viadotti in Sicilia. Il disastro di  oggi porta nuovamente al centro dell’attenzione la questione della sicurezza di ponti e cavalcavia – conclude -, già in passato oggetto  di denunce da parte del Codacons».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 + 14 =