Ponte Morandi, danni materiali alle aziende per 450 milioni

Edoardo Rixi, viceministro alle Infrastrutture e Trasporti: «Per la ricostruzione ce la potremmo fare per il dicembre 2019»

ponte morandi

Dopo il crollo del ponte Morandi, Genova e i genovesi stanno continuando a pagare le conseguenze della tragedia. L’imprenditoria locale ha incassato un cazzotto in pancia. Del resto, è stata danneggiata materialmente per un totale di 450 milioni di euro (una media di 215 mila euro ad impresa). Non solo. Per alcune attività il danno è arrivato a quota 30 milioni di euro. Le ricadute economiche negative, alla luce della città spaccata in due, hanno colpito l’intero sistema Italia. Questa fotografia è stata scattata dallo studio Cer Confesercenti, presentato in un incontro pubblico “Da Roma un Ponte per Genova e l’Italia”, al quale hanno partecipato il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Edoardo Rixi, e la presidente di Confesercenti Patrizia De Luise. 

Obiettivo dicembre 2019
Edoardo Rixi, viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, ha messo il focus sulla ricostruzione del ponte Morandi durante la trasmissione radiofonica Un giorno da pecora: «Spero si possa iniziare a dicembre, il commissario straordinario ha detto che per la ricostruzione ce la potremmo fare per il dicembre 2019». Poi una battuta sulla Tav: «Bisogna vedere cosa vogliono fare i francesi, non siamo per l’alta velocità…».

Su quel ponte…
Ponte Morandi era uno snodo cruciale. Collegava Genova al resto dell’Italia. Ogni giorni via transitavano 2 mila tir per trasportare merci e container, anche da un terminal all’altro del porto, un altro luogo chiave di Genova che adesso rischia di subire contraccolpi. Secondo gli utili dati ufficiali dell’Autorità portuale disponibili, nel solo mese di agosto il traffico commerciale del porto è calato del 18,9 per cento. La flessione per il traffico container (il più importante) è stata del -24,6 per cento. Ma il rischio è anche quello di pesanti ripercussioni sul turismo. Il crollo del ponte Morandi ha suscitato un’immediata preoccupazione anche per la tenuta dei flussi turistici, nettamente in calo. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici + venti =