Ponte Morandi, M5S accusa Sky e Rai. Mulé: «Siamo oltre la decenza»

Il Blog delle Stelle: «Ci oscurano». Il deputato di Forza Italia risponde: «Siamo nell’era putrida pentastellata che richiama l’oscurantismo fascista» 

ponte morandi

Dopo la denuncia del senatore Primo Di Nicola, anche il Blog delle Stelle si è lamentato pubblicamente con Sky e Rai per non aver dato visibilità a Luigi Di Maio, presente a Genova stamattina durante il crollo degli ultimi piloni del Ponte Morandi. Il titolo del post non lascia spazi a interpretazioni: «La Rai oscura il MoVimento 5 Stelle». Secondo i grillini, i cameramen hanno inquadrato solamente Matteo Salvini, Giovanni Toti e il sindaco Marco Bucci, “tagliando” dalle inquadrature il loro capo politico.

Nel dettaglio
Nel testo poi si va nel dettaglio: «E’ stato davvero sgradevole vedere Luigi Di Maio tagliato fuori dalle telecamere di Rainews24. Per minuti e minuti infatti gli operatori hanno indugiato sulle altre tre cariche istituzionali lasciando fuori il nostro capo politico. Come se non fosse presente. Le persone a casa devono aver pensato che non fosse lì». Ancora: «Perché? Perché questo trattamento? Il MoVimento 5 Stelle è stato letteralmente ignorato. Una scorrettezza apparentemente senza motivazione. Il MoVimento 5 Stelle non si merita questo. Abbiamo lavorato sodo per mesi per riparare al dramma del crollo di Genova. Andremo avanti ancora più convinti di prima, ma pretendiamo una spiegazione per quanto è successo».

La risposta di Forza Italia
La “lamentela mediatica” del Ponte Morandi non è piaciuta a Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato: «Dopo aver letto le farneticanti note da parte di esponenti del M5S uniti nello scagliarsi contro le inquadrature proposte da Rainews e Skytg24 questa mattina durante le fasi della demolizione del ponte Morandi a Genova nella quali sarebbe stato “censurato” Luigi Di Maio esprimo il piú profondo sdegno nei confronti di una protesta tanto assurda quanto offensiva. La pretesa “censura” che avrebbe operato Rainews unitamente a Sky altro non è che la trasmissione di un segnale video proveniente da un broadcast esterno e diffuso da varie reti: una modalità assolutamente normale che solo un manipolo di ignoranti o politici in mala fede possono non conoscere. Allo sdegno si aggiunge la pena perché questa assurda protesta si inserisce a corredo di una giornata nella quale si celebrava un atto di rinascita dopo la tragedia del Ponte Morandi. Per gli italiani oggi era un momento di dolore e speranza, per i 5Stelle una volgare passerella per la loro misera propaganda. Siamo oltre la decenza, siamo nell’era putrida pentastellata che richiama l’oscurantismo fascista».

 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due + quindici =