PoSeID-on, il progetto del Mef a tutela della privacy

Una piattaforma a servizio delle organizzazioni pubbliche e private per dare attuazione al nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali

Si chiama PoSeID-on il progetto del ministero dell’Economia e delle Finanze, predisposto insieme a un consorzio di dieci partner europei (tra soggetti pubblici e privati provenienti da sette diversi Paesi) che ha l’obiettivo di realizzare una piattaforma innovativa per la gestione e la protezione dei dati personali. «Il progetto è stato selezionato dalla Commissione europea tra più di 80 proposte pervenute attraverso la call “Cybersecurity PPP: Privacy, Data Protection, Digital Identities”», spiega il Mef sul suo sito.

L’Europa finanzia
La piattaforma, che avrà un costo stimato di 3.050.605 euro, di cui 2.541.208,75 euro finanziati dalla Commissione Europea tramite il programma Horizon 2020 (programma europeo di finanziamento alla ricerca scientifica e all’innovazione tecnologica), permetterà alle organizzazioni pubbliche e private di garantire diritti come la trasportabilità dei dati, il diritto all’accesso, il diritto all’oblio e alla restrizione del trattamento dei dati personali, dando così attuazione ai principi contenuti nel nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati dell’Unione Europea.
In Italia, Francia, Spagna e Austria verranno portati avanti degli studi pilota per sperimentare le funzionalità di PoSeID-on all’interno di contesti pubblici, privati e misti.

Smart contract e tecnologia blockchain
In particolare nel contesto italiano la piattaforma verrà integrata all’interno del sistema NoiPA, il sistema informativo realizzato per gestire i dati dei dipendenti della pubblica amministrazione e assicurare la presa in carico del trattamento economico del personale centrale e periferico.
«PoSeID-on – spiega ancora il Mef – si avvarrà dell’utilizzo di smart contract e della tecnologia blockchain che garantiranno agli utenti la possibilità di prendere decisioni consapevoli su chi potrà elaborare i propri dati, abilitando o revocando le autorizzazioni e chiedendo eventualmente di rimuovere definitivamente i propri dati personali in base all’attendibilità del responsabile del trattamento».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − otto =