Poste, risultati in crescita  

Utile netto di 763 milioni, in aumento del 4% rispetto al primo semestre del 2018; ricavi pari a 5,5 miliardi (+1,7%); risultato operativo (Ebit) di 1,1 miliardi (+2,6%). Sono i principali risultati finanziari di Poste italiane relativi al primo semestre del 2019.  

I risultati finanziari del primo semestre, approvati dal consiglio di amministrazione di Poste, fissano il totale dei costi operativi a 4,4 miliardi di euro (+1% rispetto al primo semestre 2018) ”in linea con il piano industriale; la riduzione del personale ha più che compensato l’incremento salariale concordato nel 2017”, si legge nel comunicato stampa. Le attività finanziarie totali (Tfa) ammontano a 530 miliardi (+16,1 miliardi rispetto a dicembre 2018) ”grazie alla raccolta netta positiva e alla rivalutazione delle attività per le dinamiche di mercato”, si legge nella nota.  

I depositi sono in aumento di 6,4 miliardi, per l’effetto dei conti correnti della pubblica amministrazione e delle giacenze PostePay; la raccolta assicurativa è in rialzo di 2,4 miliardi ”sostenuta dall’offerta di prodotti multiramo”; in crescita anche i fondi di investimento a 224 milioni. La spesa per investimenti di gruppo è pari a 230 milioni (+52,6% rispetto al corrispondente semestre dell’anno precedente), ”in linea con le previsioni per il 2019”.  

”Confermiamo gli obiettivi previsti per la fine dell’anno. Al fine di allinearci alle migliori pratiche di mercato, abbiamo deciso di riconoscere un acconto sul dividendo e stiamo considerando tutti le fasi necessarie per avviare il processo che consentirà il pagamento dello stesso, nel quarto trimestre, ai nostri azionisti” ha commentato l’amministratore delegato di Poste, Matteo Del Fante .  

 

(Fonte: Adnkronos)

Annunci