Prenotazione alberghi on line, tutti i trend dell’estate 2019

Guai a togliere le vacanze agli italiani. Sono sacre. E (quasi) nessuno ha intenzione di rinunciare al relax, a staccare la spina dalla vita di tutti i giorni, segnata spesso dagli orari lavorativi e dal traffico della città

prenotazioni alberghi on line

Molti passano dalla prenotazione alberghi on line, altri no: per loro vale la regola stessa spiaggia, stesso mare. Guai però a togliere le vacanze agli italiani. Sono sacre. E (quasi) nessuno ha intenzione di rinunciare al relax, a staccare la spina dalla vita di tutti i giorni, segnata spesso dagli orari lavorativi e dal traffico della città. Secondo un’indagine del Centro Studi Tci (Touring Club Italiano), oltre il 90 per cento degli italiani andrà in vacanza la prossima estate. Il tempo di preparare le valigie sta per arrivare…    

Italia in pole
Nelle scelte degli italiani comandano le località di mare, seguite dalle città d’arte, terzo posto per la montagna, mentre al quarto ci sono le zone di campagna. L’Italia, in ogni caso, sarà la destinazione preferita per le vacanze estive (59 per cento), ma le mete estere sono in crescita. I posti più cool? I soliti più o meno: Sardegna, Puglia, Sicilia e Trentino occupano la lista dei desideri dei viaggiatori quando si sceglie di restare dentro i confini, mentre Grecia, Spagna e Francia sono le mete più ambite all’estero. Le idee, in generale, sono chiare ma internet resta il canale principale per chi ha bisogno di informarsi su dove e come trascorrere le vacanze estive. 

Strutture
Hotel e villaggi turistici guidano la classifica delle strutture scelte da chi ha risposto all’indagine. La quota è del 49 per cento. In tanti, dunque, passeranno dalla prenotazione alberghi on line, magari sfruttando sconti oppure offerte last minute. Seguono gli appartamenti in affitto (21 per cento) e i campeggi (10 per cento). Da segnalare che si registra una contrazione sull’opzione seconde case, scese al 6 per cento.  

Periodi
Complici le chiusure aziendali, agosto resta il mese dove si concentrano le partenze degli italiani. Il gap con luglio però non è così ampio: agosto ingloba il 36 per cento, luglio il 30 per cento. Nonostante negli ultimi anni settembre sia stato preferito a giugno, per l’estate 2019 si riscontra invece un equilibrio perché entrambi hanno raggiunto il 14 per cento. Mediamente si starà fuori casa per 12 giorni.  

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 3 =