Primavera interrotta  

Per quanto possano essere frustranti questi continui cambiamenti meteo climatici che stiamo vivendo, rientrano comunque in una normale Primavera che si rispetti. E a conferma di quanto appena scritto, ecco che all’orizzonte si prepara un nuovo serio peggioramento nella configurazione meteo. Soprattutto da domani, una serie di cicloni, condizionerà tutto il resto della settimana, la quale, sarà caratterizzata dal ritorno di forti piogge, temporali e dal tanto temuto pericolo grandine.  

Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che oggi i primi segnali che qualcosa va cambiando, li noteremo da una moderata instabilità che colpirà soprattutto il Nord-est, la fascia adriatica Centrale, le zone interne ed appenniniche del Sud fino alla Puglia meridionale. In seguito, è atteso un peggioramento anche sulla Sardegna. La formazione di un primo vortice di bassa pressione invece aprirà la strada al vero peggioramento. Mercoledì e giovedì saranno probabilmente le giornate di cattivo tempo più evidente. Forti piogge, temporali e qualche grandinata, si abbatteranno su molte regioni specialmente quelle centro settentrionali. Mercoledì, sarà in parte risparmiato il Sud, essenzialmente la Sicilia, la Calabria ionica, la Basilicata e il Sud della Puglia. Giovedì sarà davvero una giornataccia con forte maltempo su tutto il Paese, colpito da forti piogge, rovesci temporaleschi e qualche grandinata. I temporali saranno più probabili al Centro, sulla Sardegna, ma anche sulla Campania. Tempo migliore ancora sulla Sicilia e su tutta l’area ionica. 

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it avvisa che in seguito, la persistenza di una circolazione depressionaria sull’Italia, manterrà condizioni atmosferiche ancora perturbate. Sul finire della settimana inoltre, ad arricchire la già forte dinamicità atmosferica, ci penseranno masse d’aria fredda, le quali, proprio nel corso del prossimo weekend, investiranno tutto il nostro Paese rinnovando una conseguente forte instabilità e provocando un generale calo delle temperature. La configurazione meteo potrebbe volgere verso un miglioramento solo con l’inizio della prossima settimana a partire dalle regioni centro settentrionali.  

(Fonte: Adnkronos)