Privacy Tools. Il free sharing della data protection  

Come aprire una lavanderia

Roma, 5 luglio 2019 – Privacy Tools è un nuovo servizio messo a disposizione da Inveo, Organismo di Certificazione e Training Center GDPR ad alta formazione specialistica sul GDPR,  per promuovere gratuitamente senza barriere la cultura della data protection e condividere l’esperienza e la professionalità acquisita nell’ambito della protezione dei dati personali online. 

 “Il Privacy Tools nasce dall’idea di creare un vero e proprio contenitore culturale per condividere con i professionisti della privacy strumenti operativi e formativi, di facile utilizzo, per una corretta gestione del trattamento del dato. ” ha dichiarato Cinzia Maria Gagliardi, Amministratore unico di Inveo ” La filosofia dietro questo progetto è quella del free sharing.
 

DPO, consulenti, titolari e responsabili del trattamento, cultori o semplici appassionati della privacy, potranno, registrandosi accedere ad un’area dedicata e scaricare gratuitamente materiale relativo al mondo data protection da noi prodotto: documentazione, fogli di lavoro, tavole sinottiche, modelli operativi, presentazioni da poter integrare nel proprio lavoro, sotto la licenza Creative Commons. Oltre a ciò la registrazione da l’opportunità di ricevere, settimanalmente, la news letter tecnica di INVEO, che affronta costantemente temi legati sia alla formazione che al mondo della certificazione GDPR, nel pieno rispetto dei diritti previsti. L’area viene aggiornata settimanalmente con nuovi contenuti e pubblicizzati sui nostri canali social Linkedin e Twitter.” 

“E’ importante sottolineare” continua la Gagliardi, “che i dati dei nostri iscritti non vengono comunicati o diffusi ad alcuno ma rimangono esclusivamente come sistema di dialogo fra Organismo di certificazione e professionista.”
 

Un’area suddivisa per categorie tematiche: Accountability, Risk Management, Risk Assessment,  valutazione d’impatto, la letteratura e la documentazione europea diffusa dall’EDPS e dall’EDPB.  Grande rilievo viene data alla sezione Best Practice che include tutta la documentazione per mettersi in regola con il GDPR, a partire dalle istruzioni per l’incaricato al trattamento, passando per la distruzione dei documenti cartacei, l’informativa e il consenso. Una “stanza” del Privacy Tools è stata dedicata alle presentazioni proiettate da Inveo in qualità di relatore durante i convegni ed eventi, non ultima quella del Privacy Day di Pisa.  

Come avviene la selezione  tematica del materiale? 

“La selezione del materiale è fortemente mirata e viene effettuata in gran parte sulla base dei rilievi emersi dai nostri audit documentale e sul campo nella nostra attività di certificazione. ” prosegue la Gagliardi “Partiamo sostanzialmente dalle aree più delicate, traendo spunto dalle difficoltà riscontrate dalle organizzazioni e dai consulenti a loro collegati, per elaborare  materiale culturale e tecnico e far comprendere la logica che è dietro alle scelte da prendere. ” 

Qual’ è stata la risposta dei professionisti? 

“L’iniziativa è stata molto apprezzata dagli utenti, che ritornano sulla nostra piattaforma con continuità per scaricare il nuovo materiale di volta in volta caricato.  

 I più scaricati? La documentazione operativa, l’Allegato B, come mettersi in regola e il To do list del Risk Management. Sintomo che i professionisti della data protection pur avendo bisogno di operatività legata alle nuove regole, guardano sempre con un occhio a ciò che è stato . Il disciplinare tecnico, legato al Dlgs 196/03, seppur superato, risulta sempre un punto di riferimento, in tema di misure di sicurezza.” 

Nuovi strumenti per il futuro? 

“Per il futuro stiamo pensando ad una nuova modalità di free-sharing, ma ancora è troppo presto. Il Privacy Tools è appena nato e vogliamo che si faccia le ossa. Crediamo che la conoscenza e la cultura non vadano tenute dentro ad un cassetto” 

Daniele De Angelis 

ICT Consultant 

Via Australia 29, 00144 Roma 

Tel: +39 0669400048 

www.in-veo.com
 

 

 

(Fonte: Adnkronos Immediapress)