Pro Vita all’attacco della Disney per il suo sostegno alla causa Lgbt

A giugno la prima giornata ufficiale dedicata alla "diversità"

magical pride

«Il 1° giugno 2019 Disneyland Paris si illuminerà con i colori dell’arcobaleno per celebrare la diversità, durante lo sfavillante Magical Pride». Ad annunciarlo, sul sito ufficiale, è il parco stesso che invita i visitatori a prenotarsi all’evento e a partecipare indossando l’abito dei propri sogni per sentirsi come in una fiaba.

La polemica
Un’idea che non è piaciuta affatto alla onlus Pro Vita. «La notizia è gravissima se pensiamo quanto la Walt Disney Company tocchi da vicino i bambini e quale “potere” abbia su di essi – dice il presidente Antonio Brandi –  I cartoni preferiti dei nostri figli saranno contaminati dalla propaganda LGBT? Già l’anno scorso la Disney aveva pubblicizzato le “orecchie arcobaleno di Topolino”, e ha più volte ospitato, in modo non ufficiale, diversi “Gay Day”. Inoltre le ambiguità di alcuni cartoni erano stati al centro del dibattito. Tuttavia, con l’annuncio del “Magical Pride” abbiamo superato il livello di allarme».

«Se lasciamo che la Walt Disney Company manifesti sostegno alla causa LGBT, senza fare nulla – continua Brandi – utilizzeranno i film e i cartoni per indottrinare i bambini e anche i nostri figli potrebbero essere coinvolti».

E allora per correre ai ripari l’associazione Pro Vita ha deciso di lanciare una petizione con l’obiettivo di mandare un messaggio di protesta alla Walt Disney Company, chiedendo di ritirare il suo sostegno ufficiale al Gay Pride.

«Non possiamo permettere che una società di produzione con un tale “potere” faccia propaganda LGBT ai nostri bambini!», tuona il presidente di Pro Vita.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 − 1 =