Psicoterapia Aperta, i professionisti fanno rete per offrire tariffe calmierate

Su Produzioni dal Basso una campagna di crowdfunding per finanziare il progetto

Rendere la psicoterapia e i servizi della psicologia professionale accessibili alle fasce meno abbienti mettendo in rete tutti gli psicologi e psicoterapeuti che già offrono tariffe commisurate e calmierate: questo è l’obiettivo di Psicoterapia Aperta, il progetto, protagonista di una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso, che mira a creare un vero e proprio network di professionisti in grado di garantire a tutti le cure psicologiche.

Per molti ma non per tutti
«Ad oggi i servizi pubblici di psicoterapia e psicologia in Italia non riescono, per mancanza di risorse e di personale sufficiente, ad accogliere tutte le richieste che pervengono – . spiegano i professionisti promotori della campagna di crowdfunding – Di fatto, solo chi è benestante può permettersi le cure adeguate. Psicologia Aperta nasce con l’intento di cambiare la situazione, garantendo l’accessibilità alle cure psicologiche a tutte le fasce di reddito. I beneficiari del progetto sono: le famiglie in difficoltà compresi figli bambini e adolescenti, i giovani di ogni estrazione sociale senza lavoro o con lavori precari, gli esclusi dal circuito lavorativo o con problematiche invalidanti, le persone comuni del ceto medio che non sostengono il costo esorbitante della vita, tutte persone ad oggi escluse dalla cura e dalla prevenzione della salute psicologica».

Alla rete di Psicoterapia Aperta possono partecipare gratuitamente i singoli professionisti con i loro studi privati, ma  anche le organizzazioni, le associazioni e i gruppi che già svolgono questo servizio low cost, che saranno elencati su una pagina dedicata.

«I fondi raccolti saranno utilizzati per le spese di sviluppo e manutenzione del portale web che consentirà la realizzazione del progetto: spese di hosting, sviluppatore e manutenzione web del sito; le spese tipografiche per la diffusione dell’iniziativa: brochure, locandine, etc. e, infine, per l’organizzazione di eventi (in particolare convegni) che diffondono l’iniziativa», spiegano infine i promotori.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × uno =