Quota 100, Boeri: «Il costo graverà sulle generazioni future»

Pioggia di domande per accedere al provvedimento, ma il presidente dell'Inps è preoccupato per i possibili sviluppi futuri

quota 100

Come comunicato dall’Inps, le domande per accedere a Quota 100, che permette di andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi, hanno toccato quota 24.207. L’aggiornamento è delle ore 10 di questa mattina.
Chi critica il provvedimento introdotto dal governo è il presidente dell’Inps, Tito Boeri, che nel corso di un’audizione al Senato ha ricordato che il grosso del costo di quota 100 «graverà comunque sulle generazioni future». E ha aggiunto che se il provvedimento rimarrà sperimentale per tre anni (e fino al 2026 per la pensione anticipata) provocherà l’aumento del «debito implicito di 38 miliardi. Se queste misure diventassero strutturali l’aumento del debito implicito lieviterebbe a oltre 90 miliardi».
Poi Boeri ha spiegato come la maggior parte delle domande provengano dalle regioni del Mezzogiorno: «4 su 10 da Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × quattro =