Quota 100, Durigon riceve i sindacati: «Un incontro positivo»

Presenti i segretari generali di CGIL, CISL e UIL, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, assieme ai rappresentanti di UGL, UIL Pensionati, Cisal e Fesica Confsal

Quota 100

Si è svolto oggi, presso la sede del ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, un incontro tra il governo e le organizzazioni sindacali sulla riforma del sistema pensionistico. Il tavolo, presieduto dal sottosegretario Claudio Durigon, si è riunito per una presa di contatto sui temi legati a Quota 100 e, più in generale, alle altre misure in materia previdenziale introdotte di recente. All’incontro hanno preso parte i segretari generali di CGIL, CISL e UIL, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, assieme ai rappresentanti di UGL, UIL Pensionati, Cisal e Fesica Confsal. 

Dopo l’incontro
Così Claudio Durigon: «
Ascoltare, valutare e mettere in moto le proposte migliorative arrivate dai sindacati per rendere Quota 100 ancora più alla portata di tutti. Il tavolo di lavoro tenutosi questa mattina al ministero, concertato già con il presidente Conte, è stato il primo di una serie di confronti che avremo con i sindacati per poter realmente valutare e prendere in considerazione le iniziative messe in campo da quota 100 per consentire l’effettivo svuotamento del bacino. Ad oggi sono state presentate già 67mila domande, segno che la riforma ha colto un’esigenza reale del Paese. Si sta lavorando a grandi passi per arrivare quanto prima a quota 41, dividere la previdenza dall’assistenza e al tempo stesso trovare una soluzione concreta anche per i giovani. Il tavolo di oggi è stato utile anche per fare il punto della situazione sui cosiddetti esodati, anche se l’Inps stesso, ad oggi, certifica che non ci sono più esodati. In ogni caso, anche per questa categoria, stiamo lavorando per trovare una strada percorribile condivisa».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here