Ranking Atp, Berrettini entra nella top ten  

Matteo Berrettini è il quarto italiano dell’era open ad entrare tra i primi dieci giocatori al mondo. Il tennista romano si piazza al numero 9 del ranking pubblicato questa mattina. Solo tre italiani prima di lui erano riusciti a raggiungere la top ten da quando è stato istituito il ranking Atp nel 1973. Un traguardo tagliato oggi da Berrettini a 23 anni e 6 mesi, secondo italiano più giovane dell’era open. Meglio ma di appena 5 mesi solo Adriano Panatta, anch’egli romano, che entrò per la prima volta in carriera tra i primi 10 del ranking Atp il 23 agosto 1973.  

Il migliore degli azzurri nell’era open è sempre Panatta, giunto al numero 4 nel 1976, l’anno della conquista degli Internazionali d’Italia e del Roland Garros. Dietro di lui c’è Corrado Barazzutti, salito fino al numero 7 nel 1978. Lo scorso 10 giugno Fabio Fognini ha centrato a sua volta l’ingresso tra i primi 10 del ranking, salendo poi fino al numero 9 il 15 luglio.  

Questa graduatoria non tiene conto del tennis che ha preceduto l’era open. Negli anni Cinquanta-Sessanta, quando ancora i computer non c’erano, la classifica mondiale veniva stilata dal giornalista Lance Tingay, che scriveva per il ‘Times’. Nicola Pietrangeli, vincitore al Roland Garros nel 1959 e 1960 e agli Internazionali d’Italia nel 1957 e 1961, è stato indicato come numero tre del mondo (numero uno sulla terra rossa) sia nel 1959 che nel 1960.