Rc Auto familiare in vigore tra pochi giorni, ma le compagnie avvertono: ‘Misura populista, tariffe aumenteranno, pagheranno i meno abbienti’

La data ‘X’ per l’entrata in vigore dell’Rc Auto familiare è fissata per il 16 febbraio. Non c’è stato alcun rinvio e la novità è prossima a diventare concreta. Tuttavia, nelle ultime ore sono arrivate dichiarazioni che potrebbero raffreddare sensibilmente l’entusiasmo degli automobilisti nei confronti di una revisione della norma che si immaginava potesse portare sensibili risparmi per i cittadini.

Cosa è l’Rc Auto familiare?

L’Rc Auto familiare, per certi versi, rappresenta un’estensione della Legge Bersani.  Prima quando si assicurava un nuovo veicolo o stipulava una polizza, ciascun componenti della famiglia poteva aderire alla classe di merito più bassa presente all’interno del nucleo familiare.  Con l’Rc Auto familiare, per un nuovo mezzo o per un prossimo rinnovo, si potrà far corrispondere a ciascun veicolo presente all’interno di una famiglia la classe di merito più bassa.  E’ noto come questo, per linee generali, assicura un risparmio importante.  Tuttavia, l’amministratore delegato di Unipol Carlo Cimbri, ha avuto modo di sottolineare come il futuro non sia roseo come si potrebbe credere.

Rc Auto familiare definita misura populista

Carlo Cimbri ha inteso sottolineare come questa normativa abbia tutti i connotati di essere una misura “populista”.

Ha messo in evidenza come, alla fine, possa essere considerata iniqua. Basta, in effetti, fare una deduzione logica per determinare il fatto che a trarne vantaggio potranno essere i nuclei familiari che hanno più mezzi al loro interno e non chi, evidentemente, può permetterne solo una.  La conclusione, in tal senso, è piuttosto “tranciante”.

Il passaggio, ripreso da diversi organi di stampa tra cui Repubblica, che fa potrebbe fare più effetto sugli automobilisti è quello che riguarda le eventuali politiche future delle compagnie assicuratrici.  “Aumenteranno  – si legge  -i prezzi e rivedranno le componenti tariffarie per far sì che questa operazione sia un gioco a somma zero”.

Non resta che attendere per capire cosa accadrà.