Reddito, Beppe Grillo: «Calabresi ultimi: o lavorate in nero o fate parte dell’ndrangheta»

Battuta infelice per il garante del M5S che offende un'intera regione durante l'Insomnia Tour

M5S
Fonte: Facebook Beppe Grillo (@beppegrillo.it)

L’Insomnia Tour, lo spettacolo di Beppe Grillo, ha fatto tappa a Catanzaro. Il garante del M5S se ne è uscito con una battuta poco felice parlando della Calabria e del reddito di cittadinanza: «La Calabria è la regione che in assoluto ha fatto meno domande per il reddito di cittadinanza. C’è un paese qui che si chiama Dinami, il più povero di Italia, dove nessuno ha fatto domanda per il reddito. E allora diciamolo che o lavorate tutti in nero o siete tutti della ‘ndrangheta». Dinami si trova in provincia di Vibo Valentia, conta 2 mila abitanti. Non è la prima volta che il comico genovese attacca un’intera regione. Poche settimane fa disse che gli abruzzesi che non avevano votato alle regionali il M5S dovrebbero restituire «700 mila euro, le quattro ambulanze e la turbina antineve, che servono a Genova». Denaro e mezzi comprati con i tagli degli stipendi dei deputati pentastellati.

La classifica
Come è noto, il reddito di cittadinanza è un cavallo di battaglia del M5S. Il ministero del Lavoro, nella serata di ieri, ha emesso un comunicato con i numeri della nuova misura voluta dal governo: «Sono 153.062 le domande del reddito di cittadinanza pervenute a Poste italiane dal 6 marzo a oggi Di cui 131.100 presso gli uffici postali e 21.962 online.
Le prime cinque regioni per numero di richieste sono la Campania con 20.412 la Lombardia con 20.298 la Sicilia con 17.134,il Lazio con 14.404 e il Piemonte con 14.254». Nella nota non vengono indicate le quote delle altre regioni d’Italia: la Calabria, come ha detto Beppe Grillo, sembra ultima. La fonte è l’Insomnia Tour e non il ministero del Lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here