Reddito di cittadinanza, a chi spetta e come si fa per averlo

Lo strumento, secondo le ipotesi tecniche più accreditate, dovrebbe funzionare così: 780 euro mensili per tre anni ma prorogabili. Il ministro Di Maio: «Non arretriamo di un millimetro»

Istat
Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro (fonte: account Twitter M5S).

Reddito di cittadinanza: tre parole sulla bocca di tutti. Se ne parla nei bar ma anche nei salotti più aristocratici. Del resto, è il cavallo di battaglia del governo targato M5S e Lega. Di cosa si tratta? E’ un sussidio in denaro pensato per i residenti italiani e per gli stranieri che stanno nel nostro Paese «da almeno 10 anni» (parola di Di Maio), a prescindere che si abbia un lavoro o meno. E’ destinato a tutte le persone con  redditi bassi, al di sotto della soglia di povertà stabilita dall’Istat (780 euro al mese). Sulla carta anche i pensionati. Il governo ha deciso di stanziare 10 miliardi per il reddito di cittadinanza, che dovrebbe entrare a pieno regime tra marzo e aprile del 2019. Forse, per  beneficiarne, peserà anche il possesso della casa. Lo strumento, secondo le ipotesi tecniche più accreditate, dovrebbe funzionare così: 780 euro mensili per tre anni ma prorogabili, per quanti hanno perso il lavoro e con i seguenti requisiti: ricerca del lavoro; formazione e riqualificazione; involontarietà della disoccupazione; reddito familiare (Isee, si parla di un massimo di circa 9 mila euro). La cifra di 780 euro è comunque una soglia e ci si arriva sottraendo le “non entrare”: per esempio, se un soggetto x guadagna solamente 200 euro al mese, riceverà un reddito di cittadinanza di 580 euro di integrazione, andando così a incassare i 780 euro. Per i pensionati bisognerà aggiungere in media circa 300 euro (alla pensione minima o a quella sociale). Se il disoccupato non ha alcun reddito incasserà i 780 euro per intero.   

Soldi sulla tessera sanitaria? Parla Di Maio  
Ma come saranno girati i soldi ai cittadini in difficoltà? Niente cash, questo è sicuro. I movimenti saranno tracciati. «L’ideale sarebbe usare la tessera sanitaria con il chip, ci stiamo lavorando, ma nel frattempo sarà messo su una carta elettronica», ha detto Di Maio. «I soldi del reddito di cittadinanza si potranno spendere negli esercizi commerciali in Italia per far crescere l’economia, bisogna limitare al massimo le spese fuori dall’Italia – continua il vice premier – Questo ci porterà un gettito superiore alle aspettative di Pil e di Iva. Questi soldi inonderanno il commercio, negozi e piccole imprese». Insomma, la missione è di immettere sul mercato più denaro da spendere. Di Maio stamattina è tornato sull’argomento lavoro durante un’intervista rilasciata a Rtl 102.5: «Qualcuno sta sperando che su questa manovra il governo italiano possa tornare indietro: noi non arretriamo di un millimetro. Stiamo mettendo a punto il testo del Def per mandarlo domani alle Camere. Noi, almeno, lo abbiamo approvato entro il 27 settembre, per quanti anni gli altri governi hanno sforato? Non bisogna vantarsi del fatto che aumentano i precari  e i giovani inattivi. Il record storico non è dell’occupazione ma del precariato o della depressione di chi non torva lavoro. La mia  ambizione è quella di sperare di assumere a tempo indeterminato e con contratti stabili».

Si passa dai centri per l’impiego  
Bisogna aver compiuto la maggiore età. Essere inoltre disoccupati, inoccupati e registrarti ai centri per l’impiego. L’idea di fondo è quella di aiutare i cittadini in difficoltà. Bisogna dedicare e dimostrare di dedicare almeno 2 ore al giorno alla ricerca di un’occupazione. Inoltre, è obbligatorio frequentare dei corsi di formazione e impiegare 8 ore alla settimana in progetti comunali legati alla collettività, pena la perdita del diritto. Durante questo periodo il reddito è garantito. Il sussidio verrebbe sottratto al cittadino se rifiuta per 3 volte consecutive un lavoro proposto dal centro impiego ma anche se, a seguito di impiego o reimpiego, receda senza giusta causa dal contratto di lavoro per 2 volte nel corso dell’anno solare.    

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here