Fuga dei giovani dall’Italia: Berlusconi: ‘Reddito di cittadinanza, paghetta offensiva’, le nuove proposte del Cavaliere

berlusconi

“Negli ultimi tempi sono stati 300.000  i giovani che hanno lasciato l’Italia e si sono dovuti recare all’estero per cercare un lavoro adatto alle loro aspirazione che in Italia non trovavano”.

A parlare è Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia.  “Noi – ha aggiunto –  dobbiamo sapere che in Italia ci sono due milioni di giovani che non studiano e non lavorano.  Questo governo, invece di credere nel loro futuro e offrire prospettive concrete, propone come unica soluzione: il reddito di cittadinanza”.

Berlusconi contro il reddito di cittadinanza

“Una paghetta offensiva – incalza il Cavaliere –  di 493 euro. Coloro che ricevono questi 493 euro non hanno trovato un posto di lavoro.  Bisogna trovare delle soluzioni diverse”.

Poi è il momento di passare alle proposte di Forza Italia: “Abbiamo approfondito il problema e abbiamo individuato cosa si deve fare. La detassazione, una fiscalità di vantaggio, per le aziende che investo ed assumo i giovani.  In relazione ai giovani assunti una detassazione ed una decontribuzione dei contratti di lavoro. Tre anni per il contratto di praticantato, i successivi tre anni per il contratto di primo impiego”.

“Crediamo  – ha concluso – che queste siano misure che avranno dei risultati efficaci”.