Reddito di cittadinanza, cosa si può comprare

Cosa si può comprare con il reddito di cittadinanza? Il ministero del Lavoro e il ministero dell’Economia e delle Finanze, scrive notizie.it, hanno stabilito nero su bianco, le linee guida previste dal reddito di cittadinanza ad agosto 2020.

Saranno inoltre introdotte punto per punto le modalità per poter utilizzare correttamente la carta del reddito di cittadinanza. Si tratta, tra l’altro, di novità fortemente volute non solo da chi beneficia, ma anche per gli esercenti.

Cosa si può comprare con il reddito di cittadinanza? Questa è sicuramente una delle domande più frequenti. L’art. 2 del decreto ci viene in aiuto specificando che si può in genere acquistare tutto ciò che “serve a soddisfare le esigenze dei beneficiari al fine di favorire la più ampia partecipazione sociale”. Ecco quindi che sono ammessi vestiti, benzina, scarpe o ancora cene fuori. Per lo stesso motivo si potranno comprare generi alimentari, elettrodomestici e prodotti di elettronica in generale.

I prelievi saranno concessi, purché non superino i 100 euro al mese. Se il reddito di cittadinanza è invece destinato a un nucleo familiare con più componenti, la somma sarà calcolata sulla base della scala di equivalenza. Ultimo, ma non meno importante, se parte dell’importo non viene speso, la successiva erogazione verrà decurtata del 20%.

Cosa non si può pagare con la carta destinata al reddito di cittadinanza? Come è intuitivo pensare, non si possono acquistare tutti quei beni finalizzati ad un soddisfacimento di un bisogno non fondamentale. Ecco che non si possono comprare giochi che prevedono vincite in denaro, materiale e servizi per adulti, servizi finanziari e creditizi, trasferimento di denaro, gioielleria, pellicceria o ancora club privati.

Sono infine vietati gli acquisti online e i servizi assicurativi di vario genere tra cui l’assicurazione per la macchina.