Regeni, Procura di Roma indaga cinque 007 egiziani  

Con l’ipotesi di reato di concorso in sequestro di persona la Procura di Roma ha iscritto cinque persone nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta sul sequestro e l’uccisione di Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano scomparso il 25 gennaio 2016 e trovato morto pochi giorni dopo in Egitto, sulla strada che collega il Cairo con Alessandria d’Egitto. Si tratta in particolare di ufficiali appartenenti ai servizi segreti civili egiziani (dipartimento Sicurezza nazionale) e della polizia investigativa che, secondo quanto ricostruito dalle indagini del Ros e dello Sco, avrebbero avuto un ruolo nella vicenda. 

 

(Fonte: Adnkronos)