Reggina, buona la prima: Vicenza archiviato e tutti a Empoli

La squadra del presidente Luca Gallo supera i biancorossi 3-2 nel primo turno di Coppa Italia grazie alla rete di Sounas e a una gran prova di Reginaldo, autore di una doppietta

Reggina

Serviva la testa per vincere questa partita. Era stato questo uno dei passaggi fondamentali della conferenza stampa della vigilia del tecnico Mimmo Toscano. La testa per reggere la tensione di una gara importante, la prima ufficiale della stagione, per di più di fronte al pubblico amico del Granillo. E la testa, la squadra del presidente Luca Gallo ce l’ha avuta eccome. Buona la prima, pratica Vicenza archiviata e primo turno di Coppa Italia superato. Una gara, terminata 3-2 per gli amaranto, in cui la squadra ha dimostrato, soprattutto, di saper reagire alle avversità e di resistere fino alla fine. Ora, il prossimo ostacolo si chiama Empoli, squadra che gli amaranto dovranno affrontare in trasferta, allo stadio Castellani, per il secondo turno della competizione nazionale. Una gara che non può fare che bene alla Reggina, permettendo ai giocatori di mettere altri minuti nelle gambe in vista dell’inizio del campionato il prossimo 25 agosto.

Parte il Vicenza, ma c’è solo la Reggina
In campo va una Reggina completamente rivoluzionata rispetto a quella della scorsa stagione, con in campo ben 7 dei nuovi acquisti messi a disposizione di Toscano dal presidente Luca Gallo. Tuttavia, l’avvio della gara non è dei migliori: poco dopo il fischio iniziale, infatti, una disattenzione difensiva della squadra di casa porta al vantaggio dei biancorossi con Marotta. Tuttavia, invece di abbatterla, il gol carica la Reggina che inizia ad attaccare a testa bassa alla ricerca del pareggio. Ci prova Bianchi al 24′, poi Bresciani al 27′ con la palla che supera di poco la traversa. Al 31′, episodio dubbio in area di rigore con Doumbia che subisce fallo in aerea, ma l’arbitro non ritiene ci siano gli estremi per il rigore. Il gol, però, è nell’aria infatti poco dopo, al 35′ sugli sviluppi di un cross di Bresciani arriva il pareggio di Sounas. Non si fa in tempo a gioire per il pareggio che un minuto dopo, al 36′, Doumbia, fin lì uno dei più pericolosi, deve uscire per infortunio lasciando il posto a un altro dei nuovi volti di questa stagione, Simone Corazza, che poco dopo di fronte alla porta vicentina non riesce a concludere a rete, tirando alto.

Ripresa a tinte amaranto
La Reggina torna in campo con lo stesso spirito con cui ha agguantato il gol del pareggio. La testa, come abbiamo detto, c’è e si vede e il rigore non dato nel primo tempo, arriva nella ripresa. Precisamente al 53′, quando Reginaldo (altro nuovo acquisto del presidente Gallo) mette la freccia realizzando il penalty e portando la squadra sul 2-1. Non finisce qui, però, perché stasera l’attaccante brasiliano è in palla e trascinato dal tifo del pubblico, vero dodicesimo uomo in campo, fa doppietta al 71′. Sembra finita, ma c’è ancora da soffrire. Al 75′, infatti, un altro rigore stavolta a favore del Vicenza viene trasformato da Giacomelli. L’allenatore della Reggina, Toscano chiede compattezza alla squadra che risponde resistendo agli ultimi attacchi del Vicenza. Il fischio finale, arrivato dopo tre minuti di recupero fa esplodere il Granillo. La Reggina ha vinto: buona la prima!

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 × due =