Reggina, che bella la vetta! Batte il Picerno ed è sola in testa

La squadra del presidente Luca Gallo vince 4-1 con una doppietta del Tanque Denis e, complici gli altri risultati di giornata, è sola in testa alla classifica

Reggina

Probabilmente nessuno ad agosto avrebbe osato sperare tanto, eppure dopo 11 giornate la Reggina è lì in alto, sola in vetta alla classifica del girone C di Lega Pro. La vittoria contro il Picerno 4-1 proietta la squadra del presidente Luca Gallo in testa alla classifica, in solitaria con 25 punti. Complici le gare del pomeriggio che hanno visto il pareggio del Potenza, ora distante un punto dagli amaranto, e la clamorosa sconfitta in casa della Ternana, ferma a 22 punti. E i tifosi della Reggina hanno anche altro per sorridere, come i primi gol di German Denis che ha riaperto la gara e lanciato la squadra verso una larga vittoria.

Denis apre…
La partita, infatti, nonostante la partenza lanciata della Reggina che cerca subito di mettere pressione all’avversario, vede il Picerno portarsi in vantaggio al 31’ con Santoriello che sfrutta una distrazione dei padroni di casa in difesa trasformando un “rigore in movimento”. E al 38’ gli ospiti potrebbero raddoppiare sempre con Santoriello. Serve un super Guarda per salvare la porta amaranto. Pochi minuti dopo, al 41’, la Reggina rialza la testa e pareggia con un gol a cui partecipa tutto l’attacco: Bellomo costruisce per Corazza che serve Denis pronto a realizzare la sua prima rete in amaranto. È un’altra gara e dopo appena 3 minuti Rolando ribalta il risultato siglando il 2-1 poco prima del riposo.

…e chiude
Ormai la Reggina si sente in controllo, grazie anche al supporto del Granillo diventato ormai un vero e proprio fortino e questa sera quasi completamente amaranto per via dei pochi tifosi avversari giunti a Reggio Calabria. Bastano appena due minuti dall’inizio della ripresa per vedere Corazza, ancora lui, realizzare il 3-1 al 47’. La ciliegina finale porta ancora la firma del Tanque. German Denis firma la sua prima doppietta segnando il 4-1 finale al 51’. Nonostante gli sforzi, infatti, il Picerno non riesce a impensierire la Reggina che può così festeggiare una serata magica che arricchisce ancora di più un mese da ricordare.