Reggina, così sei bellissima: Viterbese asfaltata sotto gli occhi del presidente Gallo

A segno Tulissi, Doumbia e Tassi nel mercoledì da leoni. Il Granillo fa il record stagionale al botteghino e l'imprenditore romano viene ossannato dalla curva

reggina

Tosta, forte e coatta. Reggina, così sei bellissima. Il mercoledì da leoni si consuma sotto gli occhi del presidente Luca Gallo, il vero e unico autore del miracolo sportivo. Il numero uno del club è già idolo dei tifosi e di un’intera città, scombussolata dall’arrivo dell’imprenditore romano in riva allo Stretto. La ventata d’entusiasmo ha spazzato via la Viterbese in notturna. La verità è che in campo funziona tutto, sugli spalti anche. Perché la Reggina ha messo sotto la Viterbese con il punteggio di 3-1, mentre l’intero stadio spingeva alla vittoria l’undici di Cevoli esaltando allo stesso tempo l’operato del presidente Gallo. Quattromila cuori amaranto hanno riempito il Granillo caricando la squadra con un tifo incessante: si è trattato del record stagionale. Non erano mai stati registrati numeri così alti al botteghino. Insomma, un successo nel successo. 

Doumbia man of the match
La Reggina parte a mille. Reclama subito un rigore solare che non viene dato dall’arbitro Fontani di Siena. Un evento che però non scalfisce il morale perché due minuti più tardi, precisamente al 12’, Doumbia scappa via sulla sinistra, pennella un cross preciso e Tulissi firma il vantaggio di testa, 1-0. C’è solo una squadra in campo: la Reggina. La Viterbese? Non pervenuta. E allora ecco il raddoppio: minuto 26, roba da strapparsi le mani per gli applausi, roba che in Serie C non si vede mai. Strambelli, infatti, libera con una magia Doumbia che lascia partire un tiro di punta che gonfia la porta della Viterbese andando a festeggiare sotto la curva. Traduzione: i due nuovi acquisti si mettono in luce facendo esplodere il Granillo. E poi dato statistico e non di poco conto: due degli ultimi tre gol sono arrivati dai piedi di Bellomo (a Bisceglie) e Doumbia, i rinforzi invernali della campagna acquisti impostata da Gallo, Taibi e Iiriti, il vertice del nuovo organigramma della Reggina. Secondo tempo meno bello esteticamente. La Viterbese, infatti, accorcia le distanze con Mignanelli ma niente di più. E’ apoteosi Reggina perché poco prima del triplice fischio gli amaranto calano il tris con Tassi, bravo a capitalizzare al massimo l’assist geniale di Bellomo. Chapeau.    

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 × 5 =