Reggina, esame Ternana al Liberati. Toscano: «Sappiamo cosa fare»

L'allenatore: «Si affrontano due squadre importanti, con grandi giocatori: noi dovremo fare la nostra partita mantenendo la nostra identità»

reggina

Ternana-Reggina non è una partita qualsiasi. Perché chi vince ha la certezza di vedere dall’alto verso il basso tutte le concorrenti del girone, Bari e Catanzaro comprese. Almeno fino al weekend. La sesta giornata è stata inserita nel turno infrasettimanale: si gioca domani alle 15 al Liberati. La Reggina del presidente Luca Gallo arriva all’appuntamento nel cuore dell’Umbria da imbattuta e con il morale a mille dopo il successo nel derby. Lo confermano anche i numeri, oggettivamente strepitosi: gli amaranto, infatti, detengono il miglior attacco (12 gol fatti) e la seconda miglior difesa (3 reti incassate) del Sud Italia.

Una verifica
Mimmo Toscano alza la guardia prima del big match: «La resistenza mentale e fisica faranno la differenza. Abbiamo avuto solo due giorni per preparare la partita, i ragazzi sono stati bravi perché ci vuole tanta testa e loro ce l’hanno messa. Speriamo di mettere tutte le qualità che abbiamo in una verifica particolare».

Contro il passato
L’allenatore della Reggina gioca contro il suo passato: a Terni ha lavorato per quattro anni, vincendo tra l’altro un campionato di Serie C. «Mi fa piacere tornare a Terni, lì ho vissuto stagioni importanti, ma in campo penserò solamente all’importanza dei 90′ per la Reggina. Che accoglienza mi aspetto? Quello che la gente si sentirà di fare, farà…», dice a testa alta Mimmo Toscano.

Scontro di alta classifica 
«La Ternana? Sì, è una grande squadra. Hanno investito tanto l’anno scorso per salire e pure quest’anno si sono rafforzati. Sono partiti bene in campionato – continua il tecnico – Ma questo inizio di stagione ci ha dato la consapevolezza della nostra forza. Si affrontano due squadre importanti, con grandi giocatori: noi dovremo fare la nostra partita mantenendo la nostra identità. Sappiamo cosa bisogna fare, bisogna capire la partita e interpretarla al momento».

I convocati: recupera Rolando
Niente da fare per Denis e Doumbia: i due attaccanti non fanno parte della lista dei convocati. La buona notizia però riguarda l’argentino che è tornato a correre regolarmente, dimostrando di essere vicino al recupero completo. Da segnalare che Rolando c’è. L’esterno è partito regolarmente con il resto dei compagni in direzione Roma. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 + 5 =