Reggina, febbre del sabato sera: poker amaranto al Rende

Il derby sorride al club del presidente Luca Gallo: sul tabellino dei marcatori ci finiscono Bellomo, Corazza, Rivas e Sounas. Si resta in vetta con 40 punti tondi tondi

reggina

Il Granillo è un amuleto. Già, la Reggina del presidente Luca Gallo si fa grande e grossa anche di sabato sera vincendo il derby contro il Rende con il punteggio di 4-1, valido come anticipo della 16esima giornata del girone C di Serie C. Una vittoria non banale. Perché la pressione era tutta sull’undici di Mimmo Toscano, primo in classifica e imbattuto. Pronostico della vigilia rispettato, insomma. Ed ecco qui l’ottavo successo di fila di un gruppo che sta viaggiando a un ritmo da record.

Che classifica
La squadra sulla carta più forte ha calato un poker di qualità grazie ai sigilli di Bellomo, Corazza, Rivas e Sounas. La classifica, intanto, è sempre più bella: si vola a quota 40 punti tondi tondi. A +7 lunghezze dalla Ternana che stasera ha messo sotto la Viterbese al fotofinish (2-1 lo score). L’unica nota negativa della serata avviene prima del fischio d’inizio. Denis, infatti, si ferma durante il riscaldamento e al suo posto viene scelto Reginaldo come spalla di Corazza.   

Sempre Corazza
Il match si sblocca al minuto 22, quando Bellomo capitalizza al massimo un calcio di punizione. Netta la deviazione, ma il gol è tutto del barese, sempre più al centro del progetto del presidente Luca Gallo. Al 30’, dopo un paio di miracoli di Savelloni, si materializza il raddoppio: Reginaldo serve in profondità Corazza che di prima brucia il portiere del Rende. Notevole il rasoterra del bomber dei bomber. Si val riposo con il parziale di 2-0 a favore della Reggina.

Prima gioia per Rivas
Nella ripresa gli ospiti riaprono la contesa grazie al gol di Nossa (minuto 73): una rete che non cambia le carte in tavola. Nel finale la Reggina poteva tenersi stretto il punteggio, il minimo sindacale, ma ha deciso di regalare altre perle al pubblico del Granillo. Amaranto on fire in pieno recupero. Doumbia si traveste da assist man e propizia il poker. Così Rivas segna a porta vuota il suo primo gol in assoluto. Subito dopo Sounas sceglie la potenza per gonfiare la rete dei cugini. Poco da aggiungere. A parte il fatto che il derby finisce tanto a poco, finisce con un sorriso grande così della Reggina.    

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here