Reggina, finalmente stellare: tre(nino) e Catania al capolinea

Domenica da incorniciare per gli amaranto che mettono sotto gli etnei con il punteggio di 3-0: Strambelli alla Maradona. Il presidente Luca Gallo soddisfatto

reggina

Un calcio alla sfortuna e un biglietto di sola andata direzione play off. La Reggina si rimette in carreggiata in quella che sulla carta sembrava una partita impossibile da vincere, sotto gli occhi del presidente Luca Gallo. Già, nell’almanacco entra un secco 3-0: al capolinea ci finisce il Catania dell’ex Novellino, terza forza del campionato reduce dal colpaccio contro la Juve Stabia. Alla Drago band va tutto liscio: difesa insuperabile (applausi per Conson), centrocampo solido (De Falco cattivo e concreto) e attaccanti più in palla che mai (Doumbia in versione motorino).

Migliore in campo
Scontato il nome del man of the match: Strambelli. Il Mago realizza una doppietta da applausi: il primo in controbalzo, il secondo disegnando una traiettoria pazzesca che ha fatto scattare il trenino durante i festeggiamenti. Esatto: un sinistro telecomandato che è andato a finire sotto l’incrocio, lì dove neanche Superman poteva arrivare. In mezzo alle due magie del numero 29, c’è spazio per il rigore realizzato da Bellomo all’inizio della ripresa. L’avevamo scritto in tempi non sospetti: l’importanza di chiamarsi… Nicola. In sintesi: Catania ridimensionato, Reggina che centra una vittoria che sa di trampolino di (ri)lancio in ottica post season.  

Il presidente soddisfatto
A festeggiare insieme alla squadra l’intero Granillo: presenti più di 9 mila spettatori nonostante l’orario del calcio d’inizio, il sole e la diretta televisiva in chiaro su Sportitalia. Soddisfatto il presidente Luca Gallo che si è presentato in tribuna con la divisa ufficiale della Reggina e il logo storico sul petto. E’ soprattutto la sua vittoria: i frutti dell’immensa rivoluzione che ha portato sullo Stretto si stanno iniziando a vedere anche in campo e non solo fuori. E’ un dato di fatto. Simpatico il post su Twitter del numero uno del club di Reggio Calabria dopo il triplice fischio: «I SALAMMU». Una parola che riassume alla grandissima il 3-0 di Reggina-Catania.          

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × due =