Reggina, Gallo piglia tutto: dal Sant’Agata alla storia

Mattinata importante a Reggio Calabria. Il presidente del club amaranto è strafelice: «Abbiamo ripreso cognome e casa» 

reggina

Altro che asso. Gallo piglia tutto. E mette a segno il primo colpo al gusto d’estate. La Reggina, infatti, si è aggiudicata la concessione del centro sportivo Sant’Agata, ma anche i beni materiali e immateriali, il marchio registrato, il brand e la storia del club. «L’offerta del presidente Luca Gallo è stata l’unica ricevuta dalla curatela fallimentare», si legge nel comunicato ufficiale. La Reggina, quindi, potrà entrare e utilizzare il centro sportivo Sant’Agata dal 1° luglio. Da padrona di casa. A testa alta. Da squadra top con un presidente top.

Parola mantenuta e felicità 

Un’altra promessa mantenuta, altre parole che si trasformano in fatti. Strafelice il presidente Luca Gallo dopo la firma sui documenti: «Sono molto emozionato, è una cosa bellissima. Era la prima cosa che mi sono prefissato fin dal mio arrivo a Reggio Calabria. Abbiamo ripreso cognome e casa. Utilizzeremo il centro 24 ore su 24 e spero che i reggini possano vedere il centro sportivo come un punto di unione».

Prossimo step
Ma non è finita. L’imprenditore romano parla anche del passaggio successivo: «Ora parteciperemo al bando della Città Metropolitana». Insomma, citando Buzz Lightyear, verso l’infinito… e oltre!    

Il momento della firma del presidente Luca Gallo per il Sant’Agata
Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici − 14 =