Reggina, Gallo pigliatutto: ottobre 2019 resterà un mese storico

L'imprenditore romano ha chiuso un cerchio, iniziato meno di un anno fa, quando salvò il club di Reggio Calabria dal fallimento

Reggina

Ottobre 2019 resterà un mese storico per la Reggina. Perché il presidente Luca Gallo ha chiuso un cerchio, iniziato meno di un anno fa, quando salvò il club di Reggio Calabria pagando gli stipendi dei giocatori, che avevano minacciato di non scendere in campo. Piccolo enorme dettaglio: l’imprenditore romano ancora non aveva chiuso la trattativa per rilevare le quote di maggioranza della società dai Praticò. Il rischio fallimento era concreto. Con un bonifico pesante ha ridato di dignità alla Reggina e alla città di Reggio Calabria a scatola chiusa. Da lì in poi si sono susseguite novità a raffica, fuori e dentro il campo. Dal Sant’Agata al bus, dallo store alla sede, dagli acquisti top (leggi il nome di Denis) fino all’ingaggio di Mimmo Toscano come allenatore.     

100 per cento
Il presidente Luca Gallo, nella giornata di ieri, è diventato il proprietario unico della Reggina, firmando dal notaio l’atto ufficiale. «Il presidente Luca Gallo acquisisce le quote societarie in forza alla famiglia Sgro e diventa il proprietario unico del club raggiungendo il 100 per cento. Il passaggio delle quote pari allo 0.92 per cento, è avvenuto questo pomeriggio in un noto studio notarile reggino», si legge nel comunicato del club. Una scalata veloce, rapida, che l’ha portato in meno di un anno solare fino al 100 per cento. Il punto è stato messo a segno in una settimana delicata, quella del triplice impegno in campionato della sua creatura (Monopoli, Picerno e Avellino), dove Bellomo e compagni hanno intenzione di restare imbattuti. 

La rivoluzione
Archiviati i primi mesi di assestamento, il presidente Luca Gallo, in estate, è ripartito con un progetto sportivo che sta dando soddisfazioni alla piazza di Reggio Calabria: a Mimmo Toscano, infatti, è stata affidata una rosa importante (praticamente due squadre), capace di inanellare 10 risultati utili consentivi, di vincere sempre al Granillo. Anche partite sulla carta difficili: vedi in primis i derby contro Catanzaro e Vibonese. La squadra è tosta, subisce poco e segna tanto. Già, la Reggina non conosce la parola sconfitta, proprio come voleva il presidente Luca Gallo, che non ha mai nascosto il desiderio di salire in Serie B nel minor tempo possibile. In vetrina, in questo avvio di stagione, ci è finito principalmente Simona Corazza, bomber assoluto con 8 centri nella speciale classifica dei marcatori. E German Denis sta iniziando a prendere la mira…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × cinque =