Reggina, il presidente Luca Gallo: «Ora un nuovo inizio». La reazione dei tifosi

Il numero uno del club amaranto torna a scrivere su Twitter e i follower lo sostengono: la storia d'amore continua

Reggina

«Da oggi un nuovo inizio. La Reggina è viva. La Reggina non muore mai». Tre frasi importanti, firmate dal presidente Luca Gallo, che stamattina è tornato a scrivere sulla sua pagina Twitter ufficiale. Ha scelto di metterci la faccia un’altra volta. A freddo. Facendo passare la nottata. Il presidente, quindi, ha lanciato un messaggio al vasto e variegato popolo della Reggina, sparso in ogni latitudine e longitudine del mondo: in altre parole ha confermato il suo impegno totale come numero uno del club amaranto, promettendo al tempo stesso che nella prossima stagione ci sarà da divertirsi. Insieme. 

Per mano 
La Reggina si è fatta prendere per mano dal presidente Luca Gallo e viceversa. Sono stati quattro mesi intensi, durante i quali sono state costruite le fondamenta per il futuro. Da un punto di vista strutturale, aziendale e non solo. Già, la Reggina adesso può guardarsi allo specchio a testa alta. Perché è una società solida che non ha paura del domani. I tifosi se ne sono accorti subito, ma piano piano sta cambiando la percezione della Reggina anche nel resto d’Italia e del mondo pallonaro. Reggio, da qualche tempo, è una piazza ambita da tutti: c’è la fila per entrare a far parte di questa famiglia (calciatori compresi). Il presidente Luca Gallo si è fatto conoscere e apprezzare investendo sul territorio, nella sua Calabria. Ci ha messo tempo, denaro e passione. Non ci vuole un mago della finanza per comprendere che il suo è stato un puro e semplice atto d’amore.

Tifosi
Al cinguettio mattutino del presidente hanno risposto in massa i tifosi. Centinaia i commenti, le condivisioni e i cuoricini su Twitter. «Caro presidente, a gennaio la Reggina è resuscitata, grazie a Lei, è già una vittoria. Avanti tutta per il prossimo anno senza sofferenze, solo soddisfazioni!», ha scritto Antonio. «Grande presidente…anche per questo, sapere che c’è lei pronto a ripartire, rende più sopportabile la partita di ieri. Nuovo capitolo ora. Sicuramente quello principale…. per la Gloria», è invece il pensiero di Bruno. Un altro Antonio scrive: «Presidente, il calcio è anche questo, la Serie C é questa!!! Comunque grazie a Lei abbiamo riavuto la mamma!! Ha risvegliato l’entusiasmo di tutta questa gente che da tempo non sentivamo e non vedevamo più!!!». Così Carmelo: «Presidente, i giocatori, gli allenatori passano, l’importante è la Reggina, è lei, siamo noi i tifosi… Noi siamo al suo fianco, abbiamo capito che tipo di uomo è… Ripartiremo più forti che mai, ne sono sicuro, un abbraccio». Poche ma intense le parole di Alessandro: «Avanti presidente, sempre al suo fianco». Un messaggio arriva anche dall’Uruguay: «Vamos, presidente». Ma anche dalla più vicina Como: «Grazie per aver tolto dalle fogne la Reggina. Obiettivamente è stato un miracolo arrivare ai play off data la condizione in cui è stata ereditata la squadra. Usiamo questo entusiasmo per vincere il campionato l’anno prossimo!!!! Forza Reggina da Como». 

Tifose
Così Roberta: «Bisogna essere orgogliosi di quanto fatto e ripartire con ancora più convinzione ed entusiasmo. Grazie a tutti». Vittoria va alla carica: «Ripartiamo, presidente… ci siamo e ci saremo sempre!!! Grazie per averci fatto riprovare queste emozioni!!». Annalisa si lascia andare: «Presidente, ti amo!!!! Non molliamo mai!». Valentina, invece, va dritta al punto: «Grazie ancora per tutto presidente…é grazie a Lei se siamo arrivati fino a qui…». In chiusura Tiziana: «Noi in casa contro il Monopoli in quasi 15 mila (i catanesi in 6 mila) ed è da quell’entusiasmo che bisogna ripartire. Una sconfitta, quella di ieri, che sa di vittoria. Abbiamo perso e vinto insieme. E non accadeva da parecchio. Grazie presidente. Andiamo avanti così!».  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − sedici =