Reggina, siamo figli delle stelle: un punto di sostanza a Bari

Il club del presidente Luca Gallo pareggia 1-1 al San Nicola nel monday night. Clamorosi gli errori dell’arbitro Zufferli. Se ci fosse stato il Var…

reggina

Imbattibile. La Reggina brilla anche al San Nicola di Bari, dove in notturna va vicina al colpaccio: in archivio entra uno 1-1 griffato Simone Corazza, al quarto gol stagionale. Il tutto davanti a quasi 15mila spettatori. Roba da fare invidia alla Serie A. Con questo punto, conquistato nel monday night della quarta giornata, il club del presidente Luca Gallo sale a quota 8 punti mantenando il miglior attacco del girone C di Serie C.

Che partenza
Cattiva. Intelligente. Sfrontata. E aggressiva sulle seconde palle. La Reggina parte a mille e mette subito alla corde il Bari. La pressione è totale. Al minuto 8 cambia il punteggio: segna Corazza con un tocco ravvicinato sfruttando un doppio rimpallo nel cuore dell’area, 0-1. Freccia inserita. Il raddoppio non arriva per questioni di centimetri un minuto dopo, quando il Bari si salva come può in corner. Antenucci? Spara a salve. La Reggina del primo tempo è la cosa più vicina alla perfezione che possa esistere dentro un rettangolo verde. Toscano è indemoniato in panchina, è una sorta di 12° uomo in campo (chiedere all’alone che spunta dalla maglietta grigia). Bertoncini comanda in difesa, bene Sounas e De Rose, davanti e dietro si corre che è una bellezza. 

Senza Var…
Nella ripresa il Bari cresce ma la Reggina regge il ritorno dei galletti, sottotono nella prima frazione di gara. I padroni di casa raggiungono il pari al 63’ un po’ dal nulla: la butta dentro Sabbione dagli sviluppi di un corner. Un calcio dalla bandierina letteralmente regalato perché l’arbitro Zufferli non aveva fischiato una nettissima carica di Perrotta su Guarna. Era fallo. Nel finale occasioni da una parte e dall’altra. L’arbitro, purtroppo, torna protagonista non assegnando un rigore solare alla Reggina per una trattenuta di Di Cesare che affossa Doumbia in area. Insomma, la Reggina torna a casa con un punto di sostanza. Ma se ci fosse stato il Var…  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

8 − 2 =