Reggina, un brand che tira

Per la terza volta nel giro di un mese e mezzo, Bellomo e compagni giocheranno sotto lo sguardo delle telecamere, in diretta tv sulle reti nazionali

Il pullman amaranto. Fonte: Lillo D'Ascola, fotografo ufficiale Reggina

Reggina, un brand che tira. O meglio: che sta ricominciando a macinare interesse e consenso da quando è iniziata ufficialmente l’era del presidente Luca Gallo. Anche il mondo della televisione se ne è accorto. In particolare Rai Sport e Sportitalia, le emittenti della tv in chiaro che cercano di ampliare l’audience pescando il meglio dal complicato universo della Lega Pro. E’ di pochi giorni fa la notizia che l’attesissimo big match Reggina-Catania sarà trasmesso in diretta e in chiaro da Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre). La super sfida è in programma domenica 24 marzo alle 14.30. Due nobili decadute a confronto, certo, ma anche due top team che sulla carta fanno gola per i loghi (storici) che portano sul petto.

Tris ravvicinato  
Tre volte in diretta tv nel giro di un mese e spiccioli. Già, il vento sta cambiando quando si ha in bocca la parola Reggina. Perché, di recente, i vertici di Rai Sport hanno scelto di mandare sul loro canale di riferimento sia Siracusa-Reggina che Reggina-Rende, tra parentesi riuscendo a intervistare il presidente Luca Gallo durante l’intervallo. Un colpo giornalistico considerando che il patron del club amaranto non è uno che si concede facilmente alla stampa. Prima del suo avvento sullo Stretto, dal via della stagione a inizio gennaio, la squadra era finita sul piccolo schermo solamente due volte: per la sfida in campo neutro contro la Juve Stabia (Sportitalia) e per il match di Coppa Italia contro il Siracusa (Rai Sport). Mai al Granillo, mai con con questa frequenza. Un caso? Pare proprio di no…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 8 =